Tag Archives: remake

13god0

13 Beloved (2006) vs 13 Sins (2014)

  Sono priva di connessione a casa, ma in compenso è arrivata in ufficio e questo mi permette di tornare ad aggiornare il blog nei tempi morti. Scusate l’assenza: sono giornate un po’ particolari, senza internet. Non ho visto neanche molti film in questi giorni e quindi faccio una cosa che – mi sembra di […]

EvilDead-Poster

La Casa

Regia – Fede Alvarez (2013) E sono tre. Tre remake uno migliore dell’altro in una stagione cinematografica che continua a essere superiore alla media da ogni punto di vista. L’horror, che del cinema, lo sappiamo, è un po’ il parente povero, si difende e se la cava come può. E qui arrivano una buona notizia […]

Maniac-2012

Maniac

Regia – Franck Khalfoun (2012) Sì, sono giornate un po’ particolari. Salta tutto il palinsesto del blog e si va avanti a improvvisazioni estemporanee. Complici qualche casino di troppo e qualche visione davvero degna di nota. Quando ho saputo che Aja stava scrivendo il remake di Maniac, devo ammetterlo, mi è preso un colpo. Poi […]

Come Out and Play

  Regia – Makinov (2012) Piccolo momento storico su questo blog: sto per spendere parole positive su un remake. E che remake. Nientemeno che il rifacimento di Ma Come si Può Uccidere un Bambino, pellicola fondamentale (anche se, bisogna ammetterlo, un po’ datata e un tantinello approssimativa, rivista oggi) del 1976. Non solo, ma si […]

Silent Night

Regia – Steven C. Miller (2012) Siamo in periodo natalizio e, come ho già fatto l’anno scorso, mi diverto a parlare di horror ambientati durante le festività. Niente di serio, ovviamente. I classici film per passare un paio d’ore di pura evasione dalla soffocante cappa di lucine colorate e gente impazzita che vaga per le […]

Prom Night (1980) vs Prom Night (2008)

CUGINI DEFICIENTI – SESTA PUNTATA Avevo pensato di cambiare il titolo della rubrica, solo per questa occasione, in qualcosa tipo: film che non ci voleva un cazzo a migliorare, ma li avete peggiorati lo stesso, bravi! Ma ho cambiato idea, un po’ per l’ opinabile italiano della frase, un po’ per la sua lunghezza, un […]