Il Posto delle Onde – Ebook

liKCSdz

 

Titolo: Il Posto delle Onde
Copertina: Giordano Efrodini
Editing: Marina Belli
Beta Reader: Germano Hell Greco, Silvia, Veronica, Angelo Benuzzi
Lunghezza: Il signor Amazon dice sono 296 pagine. Il romanzo consta in realtà di circa 90.000 parole, postfazione e ringraziamenti compresi.
Prezzo: la scandalosa e invereconda cifra di 2.98 euri.
Per acquistarlo: L’ebook è disponibile su Kindle Store, in formato mobi, a questo link. Per leggerlo è necessario possedere o un kindle, o un’applicazione kindle gratuita, per tablet, pc, e smartphone di ogni tipo, scaricabile qui.
L’ebook è privo di DRM.
Sinossi: Il Posto delle Onde è una linea di confine tra terra e mare. 
Una casa sulla scogliera, un frammento disperso nel buio dell’apocalisse. 
È un rifugio. 
Una bolla di vetro piena d’acqua salata. 
Il Posto delle Onde è uno schermo protettivo contro i mostri dell’Oceano e del Deserto. 
Lì vivono due donne. 
E questa è la loro storia. 
“C’è qualcosa nell’acqua”: la leggenda vuole che tutto sia iniziato così.

Oceans_wallpapers_473Queste sono più o meno tutte le informazioni tecniche di cui avete bisogno a proposito del mio secondo ebook. Un romanzo che va a formare un ideale dittico con My Little Moray Eel, dato che entrambe sono storie di mare.
Solo che Il Posto delle Onde è stato scritto molto prima della Murena. Ed è comunque nato, anche lui, da queste parti. All’origine c’era un post, intitolato La Mia Realtà, datato addirittura marzo 2012 e dove troverete lo scheletro dell’ambientazione e una bozza dei personaggi principali dell’ebook.
La prima stesura del romanzo risale proprio a due anni e mezzo fa. Poi se ne è rimasto buono buono in un angolino dell’hard disk, ogni tanto è stato ripreso in mano, ci si è lavoricchiato un po’ ed è tornato nel dimenticatoio.
Ma, se avete letto la Murena, forse avete già conosciuto Alice, una delle due protagoniste de Il Posto delle Onde: è la prima istruttrice di sub di Sara, e appare in un capitolo, tanto per ricordare a me stessa che questa storia esisteva e che sarebbe stato il caso, prima o poi, di farne qualcosa.
Inoltre, se siete lettori di Marina Belli (colei che ha curato l’editing de Il Posto delle Onde) avete avuto modo di incontrare l’altra protagonista, River, che ho prestato a Marina e che appare in due suoi ebook, One Second e Un gioco da ragazzi.
Tutto questo per dirvi che il romanzo che avete tra le mani ha avuto una gestazione lunga e travagliata. Ed è un filino più complesso rispetto alla Murena.

È una storia postapocalittica, ambientata in un universo invaso da creature mostruose di ogni tipo, e altri simpatici fenomeni che non vi sto a dire per non rovinarvi la sorpresa. Ci sono naufragi, esseri tentacolari che sollevano ondate mastodontiche, uno squalo da compagnia e una pantera da passeggio, elicotteri che si schiantano, civiltà perdute nel deserto, Deep Ones a profusione, botte da orbi, parecchia violenza e anche un pizzico di splatter.
Ed è una storia d’amore.
Sì. Non sto scherzando e non mi sono rincoglionita tutta insieme. Il Posto delle Onde è una love story in piena regola e spero di essere stata in grado di renderla senza cadere nello sdolcinato o nel patetico.

Quello che ho cercato di fare (e molte divinità dovranno perdonarmi) è stato unire, in un unico racconto, due grandi passioni letterarie che mi accompagnano sin da piccina: il solito H.P. Lovecraft e…
Virginia Woolf.
Lo so, dovrei andare a nascondermi, ma per tutte le 296 pagine (secondo il signor Amazon) de Il Posto delle Onde, ho giocato a rimpiattino con Mrs Dalloway. E mi sono divertita. E comunque ormai, con l’ebook già disponbile nello store, è un po’ tardi per tirarsi indietro e rimangiarselo.
O la va o la spacca, giusto? Spero che Virginia non causi smottamenti rivoltandosi nella tomba. E spero che voi gradiate questo strambo esperimento. E che vi piacciano i mostri giganti.
Perché usciranno dalle fottute pareti, questo ve lo assicuro. Compare persino il Grande Cthulhu in persona, come guest star e, anche se non dico che è lui, lo riconoscerete di certo.

Per il resto, c’è tanta, tantissima musica. Ogni capitolo ha come titolo una citazione da una canzone di De André (altri smottamenti in vista) ed è introdotto da un brano. E, se leggete da tablet, vi consiglio di cliccare sui link a Youtube presenti e di godervi l’ebook con la sua colonna sonora, selezionata per voi dalla vostra affezionatissima.
Prima di lasciarvi, ecco per voi i temi delle due protagoniste. Sì, perché il mio cervello è andato talmente in pappa da dare addirittura a ogni personaggio il suo tema musicale.
Tema di Alice.
Tema di River.
In settimana, cercherò di fare dei post a tema come è successo anche con la Murena all’epoca della sua uscita.
Grazie a tutti quelli che lo compreranno e lo leggeranno. Ogni tipo di feedback è molto gradito. Mi fa sentire meno sola.

11 commenti

  1. Evvai! Finalmente è uscito, non vedevo l’ora che anche il mondo lo conoscesse! *__* ❤️ Sono stra-felice e stra-orgogliosa di Alice, River e te! ❤️

    1. Anche io, adesso che è fuori, sono felice. E giuro che non lo avrei mai detto😀
      Grazie, Marina, per tutto quello che hai fatto.

  2. Io sono strafelice che abbia visto la luce. Appena finisco il mattone che sto leggendo ora, me lo rileggo e ripiango!😀

    1. Devi andare alla pagina dei ringraziamenti, Kamerà!

  3. Giuseppe · · Rispondi

    Finalmente è arrivato il romanzo che, se adattato per il grande schermo, arriverebbe a costare circa sui 260 milioni di dollari (se non ricordo male)!😀 E Non ho certo intenzione di farla sentire sola, signora mia… Mi dia un po’ di tempo e stia sicura che il mio feedback le arriverà😉

    1. Eh sì, secondo il preventivo che ho presentato a zio Spilby, la cifra è quella!
      E da allora mi perseguita perché vuole dirigerlo, ma tu guarda l’invadenza😀

      1. Giuseppe · · Rispondi

        C’è da capirlo se fa così eh, ha paura che Guillermo e James si mettano in mezzo e lo battano sul tempo😀

  4. Il ritorno di Alice!!! Evviva *__*
    Come ti ho già detto su FB non riuscirò a leggerlo tanto presto ma quando sarà lo divorerò… anche perché tra poco cominciano le agognate ferie Natalizie!!!

    1. Con tutta calma, non c’è nessuna fretta! E Alice mi ha detto che è molto contenta che ti ricordi di lei😀

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: