I Libri della Murena: Una top 5

2d2d67e03d24b4c25e7eea8a03888d6d9548ac444d8761c6cb38125ec4fdc026

 

E siamo arrivati all’ultimo appuntamento con le nostre top 5 dedicate alle varie fonti di ispirazione che mi hanno dato una mano a scrivere My Little Moray Eel. Ci ho messo tanto a stilare questa classifica, perché con i libri è molto più complicato. Il più delle volte, si tratta di andare a individuare degli spunti e delle suggestioni che sono quasi privi di collegamenti diretti con quello che alla fine si arriva a pubblicare. Però sono cose che hanno lasciato il proprio segno sulla stesura dell’ebook.
La letteratura fantastica è popolata da miriadi di mostri marini di ogni tipo. Mostri marini di cui leggo avidamente sin da bambina. Non è stata una selezione semplice. E c’è anche un outsider di lusso che non potevo non inserire. Vediamo se la top 5 vi piace.
Questa volta evito la vigliaccata delle due classifiche precedenti, e metto i libri in ordine di gradimento. Così mi potete sputazzare in faccia con più agio.

5. Il Quinto GiornoFrank Schätzing (2004)

Frank Schätzing

Piuttosto banale come scelta, lo so. Ma non è che posso non pagare certi debiti. E con “lo sciame”  (titolo originale dell’opera) messo su carta da Schätzing, in un romanzo dove ogni creatura marina si ribella all’uomo, scatenando una guerra per la sopravvivenza o l’estinzione della specie, ho contratto un debito enorme, soprattutto per quanto riguarda gli elementi dell’ambientazione e lo scenario generale in cui si muovono i miei personaggi. Certo, Il Quinto Giorno è molto più preciso di me nel delineare il contesto, molto più approfondito. Ed è un romanzo essenzialmente corale. Ha il difettuccio di essere un tantino prolisso, ma ha delle scene che non si dimenticano, come l’attacco dei cetacei alle barche dei turisti, o un tremendo tsunami che spazza via le coste del Mare del Nord. Sono sempre stata convinta che ne verrebbe fuori una serie televisiva molto interessante.

4. Sfera – Michael Crichton (1987)

Michael-Crichton_The-Med-School-Years_HD_768x432-16x9

Michael Crichton da piccino

Uno dei primi romanzi di Crichton che ho letto e che ogni tanto riprendo in mano. È un libro che riesce a sorprendere a ogni pagina, che si apre con una situazione all’apparenza scontata, ma poi ribaltata più volte nel corso della storia. Ed è ambientato quasi interamente sott’acqua, in un’installazione scientifica a centinaia di metri sotto la superficie dell’oceano. C’è un calamaro gigante preso pari pari da 20.000 Leghe Sotto i Mari, ci sono delle meduse assassine, ci sono i viaggi nel tempo e poi sì, la Sfera del titolo, che ospita un’oscura e pericolosa forma di intelligenza.
Quello che mi è sempre rimasto impresso del romanzo è l’interazione tra gli esseri umani e l’ambiente sottomarino. Nel 1987 c’era un maggiore interesse all’esplorazione dei fondali, e anche cinema e letteratura se ne occupavano con più frequenza. E infatti sono numerosissime le storie che si svolgono in habitat subacquei dove l’uomo deve adattarsi all’ostilità circostante.
Dal romanzo è stato tratto anche un film omonimo, di cui prima o poi ci occuperemo, promesso.

3. Pianeta d’acquaJack Vance (1966)

jv_catdog

Jack Vance

Lo lessi da ragazzina e, quando è stato ristampato qualche anno fa, l’ho ricomprato e letto di nuovo. Una nave spaziale prigione naufraga su un pianeta che non ha terre emerse, ed è poverissimo di risorse. I sopravvissuti al naufragio, nonostante tutto, riescono a costruire una civiltà, vivendo su atolli costituiti da giunchi e ninfee. Già un’ambientazione del genere è pazzesca. Il modo in cui poi Vance la rende credibile e la fa funzionare, da studiare nelle scuole. E poi sì, ci sono i mostri giganti, i Kragen, dotati di un’intelligenza molto simile a quella umana. Per il resto, se non lo conoscete, riscoprite questo romanzo e non ve ne pentirete. Purtroppo è difficile da reperire in italiano, se non lo avete comprato in edicola nel 2010, ma esiste l’edizione in inglese.

2. The Edge of the SeaRachel Carson (1955)

rachel-carson

Ecco l’outsider di cui vi parlavo: non un’opera di narrativa, ma uno splendido saggio che si occupa della vita sulla costa orientale dell’Oceano Atlantico. Ma definirlo semplicemente saggio sarebbe molto riduttivo. Fino all’anno scorso, sguazzavo nella mia ignoranza e non sapevo neanche dell’esistenza di questo libro. Poi, il solito Davide me lo ha consigliato. Ho acquistato l’ebook nel gennaio del 2013, proprio mentre cominciavo a buttare giù i primi capitoli della Murena. E non credo che avreste tra le mani l’ebook se non fosse stato per la Carson. Perché At the Edge of the sea è un’opera che, come poche altre, ti fa conoscere il rapporto strettissimo che lega l’essere umano a tutte le creature che vivono in quel territorio così pieno di fascino che è la linea costiera. E non solo, se nel mio ebook c’è uno spessore che va al di là della semplice storia a base di mazzate e mostri giganti, non è merito mio, ma di At the Edge of the Sea.

1. The Shadow Over Innsmouth – Howard Phillips Lovecraft (1931)

tumblr_lvhyw65gp41qg8i80o1_1280

“I think their predominant color was a greyish-green, though they had white bellies. They were mostly shiny and slippery, but the ridges of their backs were scaly. Their forms vaguely suggested the anthropoid, while their heads were the heads of fish, with prodigious bulging eyes that never closed. At the sides of their necks were palpitating gills, and their long paws were webbed. They hopped irregularly, sometimes on two legs and sometimes on four
Direi che potrebbe essere sufficiente questa citazione per capire quanto io debba al romanzo breve di Lovecraft. In fondo, Quelli degli Abissi non sono altro, dal punto di vista dell’estetica, che i Deep Ones creati da H.P. Anche il nome ne è una traduzione più o meno libera. L’omaggio all’universo di Lovecraft è voluto. Credo sia impossibile pensare soltanto di parlare di mostri marini prescindendo dalle sue storie.

E adesso, vi lascio con qualche bonus track. Perché se My Little Moray Eel vi è piaciuto, se volete altre storie di mare, ben scritte, avvincenti e a prezzi contenuti (che non guasta mai), ci sono molti ebook davvero interessanti.
Cominciamo con Blooper, di Davide Mana, storia di fantascienza che si interroga sul fenomeno sonoro del Bloop, di cui da pochissimo si è giunti (forse) a capire le cause e le origini. Ma ciò non impedisce a Davide di trovare una spiegazione che atterrisce e commuove allo stesso tempo.
Cambiamo atmosfere ed entriamo in zona horror puro, con Offshore di Germano M., altro racconto ambientato in mezzo all’Oceano, quello Indiano per la precisione, dove una centrale elettrica è l’unico rifugio di tre sopravvissuti. Lo scenario è quello della Pandemia Gialla, quindi abbondano splatter e violenza. Una delizia.
Tornando poi a Lovecraft, e passando per Verne, ci sono i due ebook di Domenico Attianese, Punto Nemo e Il Seme di Azathot, suo prequel, in cui si immagina che la famiglia Nemo sia una dinastia che da secoli combatte contro ogni genere di mostruosità. Credetemi, c’è da divertirsi un mondo. È pieno zeppo di mostri giganti.
E, nel caso in cui non dovesse interessarvi più di tanto la narrativa, ecco due brevi saggi, Navi Fantasma di Alessandro Girola, che analizza 10 tra i più spaventosi casi di imbarcazioni (e ci sono anche i sottomarini) maledette e Palmyra, l’atollo maledetto che invece si occupa di un isolotto tropicale,  teatro di più di una vicenda inquietante.
Insomma, direi che avete un sacco di roba da leggere, soprattutto se vi affascina il mare.
O, anche meglio, se il mare vi fa paura.

 

10 commenti

  1. cristian · · Rispondi

    Alcuni li conosco anche io,sfera devo recuperarlo,”i vermi conquistatori” di Brian Keene invece non lo conosci? E’ un romanzo posto apocalittico pieno zeppo di mostri anche marini,un romanzo consigliatissimo.

    1. Sì, lo conosco, l’ho letto e l’ho adorato. Ma non è tra i romanzi che hanno contribuito alla stesura dell’ebook, che va in un’altra direzione. Comunque è un libro straordinario😉

  2. cristian · · Rispondi

    Sono ancora io🙂 seguendo il tuo consiglio ho scaricato subito offshore per primo attratto dagli aggettivi “orrore” e “puro” e purtroppo l ho anche già finito di leggere ! Complimenti all autore proprio un testo crudo e feroce come piace a me ,solo un po cortino,questa apocalisse gialla mi sembra di averla solo assaggiata:-) ,comunque grazie della dritta libraria,sempre utile seguire il tuo blog non solo per i film.

    1. Ma figurati🙂 sto qui apposta! E sono contenta che ti sia piaciuto Offshore, che comunque fa parte di un progetto di scrittura condivisa molto più ampia e, se vuoi conoscere bene la pandemia gialla, c’è tutto un universo di ebook che puoi leggere

  3. Giuseppe · · Rispondi

    …oppure se il mare ci affascina E ci fa paura al tempo stesso, mi permetto di aggiungere a conclusione del tuo post🙂
    Nemmeno io conoscevo l’esistenza del saggio della Carson (e sì che risale nientemeno che al 1955), in pratica l’unica mia vera lacuna di questa top 5 letteraria. E visto che -parlando di letteratura fantastica di alto livello- My Little Moray Eel l’ho appena finito (un finale capace di sciogliere anche un cuore di pietra…degno di tutto quello che l’ha preceduto, stando a dimostrare -una volta di più- quanto la mia fiducia nell’autrice fosse ben riposta😉 ) , in attesa del tuo prossimo ebook mi dedicherò agli acquisti delle altre storie di mare consigliate.
    P.S. Spostandoci dalla letteratura scritta al fumetto, c’era un libero interessante pubblicato su Lanciostory, credo, nel 1978…se non ricordo male, un misterioso meteorite precipitava nell’oceano causando, nella fauna marittima, un’evoluzione accelerata unita un enorme incremento dell’intelligenza. E, sempre se la memoria non mi tradisce, la minaccia veniva resa esplicita solo nella vignetta conclusiva, dove gli incubi viventi che una volta erano stati crostacei, molluschi e altre specie cominciavano a strisciare fuori dall’acqua per fare un culo tanto agli abitanti della terraferma. Storia breve, cupa ed efficace della quale mi piacerebbe riuscire a ricordare anche titolo e autori…

    1. Felicissima che ti sia piaciuto!😉
      E il prossimo, promesso, arriverà a breve!
      Sul Lanciostory purtroppo mi cogli del tutto impreparata… ora mi metto in cerca!

  4. A me “Il Quinto Giorno” è piaciuto tantissimo, è vero che è un pò prolisso, ma che storia! Che suspence!
    Gli altri titoli non li conoscevo (eccetto l’immenso Lovecraft), quindi ti ringrazio per gli spunti di lettura. In realtà mi dai tantissimi spunti anche per i film da vedere, perciò… grazie a prescindere! ^^

    1. Sì, ha una storia davvero bella, e alcuni momenti indimenticabili.
      Gli spunti hanno bisogno sempre di qualcuno che li raccolga, e senza di voi, non avrebbe senso offrirli.
      Quindi, grazie a te😉

  5. ciao. sono arrivato al tuo blog per vie strane,grazie a un post di davide mana che parlava di un idiota che aveva fatto cose stupide in amazon alle recensioni del tuo libro.
    e ho comprato il libro,giusto per ripicca.
    e il tuo libro è molto bello,complimenti,merita tutte le stelline che si è preso!
    devo dirti che l’horror non è tra i miei genenri preferiti,ma il tuo romanzo mi è piaciuto molto,sono tornato indietro a rilegggere alcuni passaggi veramente intensi.
    ovviamente comprero’ i tuoi prossimi libri,quando uno è bravo merita il dovuto compenso!

    1. In qualunque modo tu sia arrivato qui e a comperare e leggere il mio ebook, ti ringrazio di cuore. Le recensioni su Amazon, questi feedback sul blog, qualunque segnale è davvero una benedizione, soprattutto quando si ha l’impressione di fare tutto a vuoto.
      Il prossimo ebook è previsto per natale. Come la Murena non è propriamente un horror, e spero possa incontrare i tuoi gusti.
      Grazie ancora🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: