Top 5 2013: Lammerda!

?????????????

 

Ormai da queste parti sta diventando una tradizione. E siamo al terzo anno di riepiloghi e bilanci vari. Quasi non ci credo che il blog sia durato così a lungo. Eppure, eccoci qui a rivangare il peggio, per quanto riguarda il cinema horror, del 2013 che ci sta lasciando.
Devo ammettere che non è stato facilissimo: la decisione, presa un po’ di tempo fa, di non occuparmi più di recensire robaccia se non in rarissimi casi, ha reso il tutto più faticoso. Di solito tendo a rimuovere i film brutti e, se non ci scrivo qualcosa sopra, dimentico anche di averli visti, perché lo spazio e il tempo sono pochi. La ricerca dei film per compilare questa top 5 è stata quindi un susseguirsi di esclamazioni: “no dai, ma che davvero hanno girato ‘stammerda?”
Alla fine, ho scelto i cinque film che più si sono impressi negativamente nella mia memoria selettiva. Quelli che, nonostante lo vorrei con tutto il cuore, proprio non riesco a dimenticare. Di un paio ne ho anche parlato su queste pagine. Andiamo a incominciare.

5. You’re Next (Regia – Adam Wingard)

tumblr_my9f6qSv9b1qcga5ro1_500

Vero è che il film è stato girato nel 2011, ma la distribuzione ha ritardato e quindi noi lo abbiamo visto soltanto nel 2013.
Se vi state chiedendo per quale motivo l’acclamatissimo home invasion della combriccola indie-chic americana capitanata da Ti West si trova in questa top 5, potete trovare la risposta nella mia recensione.
In breve, credo si tratti di un horrorino innocuo, come se ne fanno a quintalate, ma solo con un po’ più di puzza sotto al naso rispetto ad altri.
Il vero problema del film di Wingard è che, tra strizzate d’occhio ai fan, ironia messa alla come capita e violenza più millantata che reale, di horror rimane davvero poco. Diverte pure, per carità, ma non spacciatelo per ciò che non è.

4. Insidious 2 (Regia – James Wan)

tumblr_mt8ksuHrJl1ry376eo1_500

Lo sapete tutti che io non ho pregiudizi nei confronti di Wan.  A me sta simpatico, credo sia un regista dotato di classe e che conosca a menadito tutti i meccanismi per spaventare. Il bello è che non si vergogna di usarli senza ritegno alcuno. Ma, se questi trucchetti dozzinali sono messi al servizio di una storia interessante, esce The Conjuring, se invece alla sceneggiatura c’è Leigh Whannel, eccovi servita questa losca faccenda a base di spiegoni. Seriamente, non c’era bisogno di scrivere e girare un intero film per raccontarci le motivazioni alla base della persecuzione ai danni di Patrick Wilson. Il tutto tirato per i capelli e all’insegna dell’assioma perché sì.
E poi, James, Shining non si tocca. Non puoi giocare su quel terreno, perdi in partenza, sciocchino.
Spiace solo per la presenza di Jocelin Donahue, che meriterebbe ben altri ruoli e ben altri film.

3. Curse of Chucky (Regia – Don Mancini)

tumblr_my46isTv1K1qcga5ro1_500

Io ci speravo in questo film, non sto scherzando. In fondo, la Bambola Assassina era uno dei pochissimi franchise a non essere ancora stato contaminato da remake, reboot e sudiciume vario.
E invece La Maledizione di Chucky (sì, è uscito anche da noi) si è rivelato imbarazzante oltre ogni limite. Un duro colpo a tutte le mie aspettative e speranze da affezionata cultrice del bambolotto più tenero del mondo.
Non si capisce perché Mancini abbia dovuto per forza rinunciare alla deriva grottesca inaugurata con il bellissimo La Sposa di Chucky. E in che modo potesse solo pensare che la sua creatura avesse le potenzialità per tornare a fare paura.
Si salva giusto una scena, quella di un pranzo in famiglia alla salsa di pomodoro e veleno per topi, che forse può valere la visione. Ma per il resto, noia, noia e ancora noia.

2. Texas Chainsaw 3D (Regia – John Luessenhop)

tumblr_mrc8olLx9Y1spq12ao1_500

Volete sapere quante volte ho provato a vedere Texas Chainsaw 3D fino alla fine?
Sei.
E volete sapere quante volte ci sono riuscita?
Una sola, l’ultima, perché altrimenti non avrei potuto inserirlo in classifica e riversargli addosso la betoniera carica di sterco che si merita.
E adesso, veramente, basta. Lasciate riposare in pace Leatherface: un remake, un prequel e un seguito in treddì sono sufficienti a infangarne la memoria da qui all’eternità.
La cosa più ridicola, in tutta questa sporca vicenda, è stata la marchetta di Tobe Hooper, che ha sponsorizzato pubblicamente il film. Da vergognarsi di esistere.
Texas Chainsaw 3D è ributtante. E non perché sia un rifacimento e quindi brutto e cattivo a prescindere, ma perché rifila (ancora, nel 2013, e con una certa seriosità) ogni possibile stereotipo dello slasher come se li avesse inventati lui. E in tutto questo ha persino l’ardire di spacciarsi per film cattivo, pieno di dettagli splatter che (ancora, sempre nel 2013, con tanta seriosità) impressionano giusto lo sfigato dietro la macchina da presa.
Smettetela, eccheccazzo.

1. The Lords of Salem (Regia – Rob Zombie)

tumblr_mu40pr9CT21qzi80do1_500

Credo fosse intuibile che la delusione più cocente dell’anno, nonché il film oggetto del post a più alto trollaggio della storia di questo blog, si trovasse in cima alla classifica. L’ho anche rivisto. E no, non ho cambiato idea. Trattasi di delirio di onnipotenza di un regista troppo coccolato e supportato da una schiera di fan pronti a perdonargli qualsiasi cosa.
Non è un film per iniziati e non è l’avvento del nuovo Polanski. Solo la sconfortante presa d’atto che Zombie è la bufala del secolo. Uno che, se avesse mantenuto la sua poetica, avrebbe forse diretto una manciata di solidi horror all’insegna della nostalgia canaglia. Ma che inebetito da un credito illimitato e non ancora meritato, si è sentito in diritto di girare uno sconclusionato cumulo di fesserie e di farcelo passare come l’opera horror definitiva.
Il che è, francamente, di una tristezza abissale.

23 commenti

  1. Pienamente d’accordo su Zombie. E’ difficile capire la psicosi di massa che ha suscitato scopiazzando senza un minimo di decenza e di autoironia a destra e a manca. Forse può aver colpito chi non ha visto nemmeno uno dei temi che ha rubacchiato, ma anche così la sua fama resta inspiegabile. Fosse una specie di rivoluzionario capirei anche, ma è un inquadrato che più inquadrato è difficile trovarne.

    1. Infatti psicosi di massa è la definizione più azzeccata possibile.
      Credo che quando uscì The devil’s rejects, eravamo tutti saturi di un certo tipo di pessimo horror e il film di Zombie ha rappresentato un salvagente.
      Poi però non si è mai confermato. E i due Halloween dovevano bastare e avanzare.
      Eppure niente. Torme di fan esaltati e dall’insulto facile.

      1. Lo dissi a suo tempo e lo ripeto adesso, per me Zombie poteva continuare a seguire la strada della sua estetica reietta (provarci, almeno) e, se non altro, ottenere forse ancora risultati interessanti in tal senso. Senza bisogno di fare quel proverbiale passo più lungo della gamba che lo ha portato a “umanizzare” Michael Myers o a proporci trasgressivi -ma de che- mix a base di capre, crocifissi al neon e yeti…come del resto non riesco a capire quale bisogno avesse Tobe Hooper di auto-sputtanarsi in questa operazione di sostegno nei confronti di un Luessenhop qualsiasi (non mi sembra certo questo il modo migliore per tentare di riemergere dall’oblio, anzi). 😦

  2. Helldorado · · Rispondi

    A parte “Lords of Salem”, che attende fiducioso, non voglio proprio vedere questa roba… 😀

    1. No, ma non guardare neanche The Lords of Salem, Max, abbi pietà di te stesso 😀

      1. Helldorado · · Rispondi

        Ahahahahaha!!! Lo voglio fare prima o poi 😀

  3. Assurdo Lucia, ho appena pubblicato in contemporanea un post molto simile con le mie più grandi delusioni dell’anno. Sono 7 film di cui 2 horror. E guarda chi è primo 🙂

    auguri carissima

    1. Auguri a te!
      Ho letto, ho letto…e, nonostante non sia del tutto d’accordo su Refn, ti supporto in tutto. Compreso, purtroppo, The Master

  4. L’unico che non mi convince in classifica è ciachi… non mi è dispiaciuto per niente 😉
    Pensa che LOS devo ancora vederlo che a me Rob mi sta proprio sui Wan… 😄

    1. Ciachi è in effetti un po’ controverso. Sarà perché io, uscita da quella sarabanda coloratissima degli ultimi due film (un po’ meno il figlio di ciachi), non mi sono capacitata di un ritorno indietro così brusco.
      Rob Zombie…che dire: avevi ragione, porca miseria!

  5. Zombie l’ho li da un pò ma non ho ancora avuto il coraggio di farmi male e guardarlo.You’re next l’ho visto e, tutto sommato, non mi è dispiaciuto..certo passa e va, ma quell’oretta e mezza mi son divertita. Anche da me è giornata di schifezze..http://cinquecentofilmisieme.blogspot.it/2013/12/il-peggio-del-2013.html..intanto tanti auguri!

    1. Volo a leggere! Auguri anche a te!

  6. You’re Next è più una commedia nera, diciamolo. La protagonista è simpaticissima, non mi dispiacerebbe vederla in un sequel più o meno sconclusionato, che riprenda magari da dove s’è fermato il primo. 😀

    Bellissima la gif della prima posizione. ^^

    1. Solo perché non ho trovato lo Yeti!!
      😀 😀
      hai ragione sulla protagonista di You’re next. Una sorpresa, davvero.

  7. Ci sarebbe anche la mogliera di zombie in groppa alla capra… ma è ingiusto turbare gratuitamente la platea. 😀

  8. Per fortuna di questi ho visto solo Texas Chainsaw 3D (non è curioso che dal titolo sia anche sparita la parola Massacre?? XD) e sono veramente d’accordo su quanto quel film faccia ribrezzo. Bah…

    Eviterò accuratamente tutti gli altri. 😀

    Ciao,
    Gianluca

  9. Mai visto un attacco così violento e immotivato contro una persona,così volgare e basso come quello per la tua recensione del film di Zombie. Sono rimasto malissimo per questa bassezza, per come la gente non sia capace di condurre un confronto senza offendere e rinchiudersi nei loro recinti.
    Film che ho visto e devo dire davvero pochissima roba. Non è che Russel o Jodorowsky, il mio odiato ma rispettato Jodorowsky, nascano tutti i giorni o ci si improvvisi mettendo delle immagini alla cazzo di : dildi rosa, caproni da montare,roba simile.
    Gli altri non li ho visti e seguirò il tuo consiglio meglio evitarli

  10. il numero 1 alle streghe di salem ci sta tuttissimo!
    e complimenti per il coraggio di averlo rivisto.
    insidious 2, nonostante il primo mi fosse pure piaciuto, non sono manco riuscito a vederlo tutto…
    gli altri per fortuna me li sono risparmiati…

  11. LordDunsany · · Rispondi

    Grazie per averci offerto questa top!! E’ stato un piacere leggerla! 😀 Mmmmm, tolta l’eroina “maschia”, a me “You’re next” era proprio piaciuto! 😀 🙂 Pensavo “La sposa di Chucky” fosse immondizia, corro subito a recuperarlo! 😉

  12. NUUUOOO… Pure Lord of Salem!

    E invece quoto. Quoto pur non tenendo in considerazione le considerazioni sulle intenzioni autoriali. Il film è proprio loffio, nooso e, come giustamente dici, sconclusionato. Mi aspettavo decisamente di più.

    1. In che senso non le tieni in considerazione? non credi che a Zombie sia venuta fuori la mania del “io sono un autore e faccio il cazzo che mi pare?”

      1. Esattamente! Per me chiunque può improvvisarsi autore, ma deve comunque appagarmi. E Zombie non mi ha appagato con quest’ultimo film.

        1. Sì, anche per me chiunque può cercare di superare i propri limiti.
          Ma da qui a pensare di avere gli strumenti per fare quello che aveva intenzione di fare Zombie, ci passa un oceano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: