Karen Black

1939 – 2013

tumblr_mmq862YfCT1s57h8do1_1280

tumblr_mr8g8wakP51r63k2oo1_1280 tumblr_mr8g8iCkTb1qzr8nao1_500 tumblr_mr8g1zwsNC1rtultto1_500 tumblr_mo3y8ixsUJ1sp4aauo1_500 tumblr_mr8fx7ujK61rl02guo1_500

11 commenti

  1. claudio · · Rispondi

    Il suo sguardo la rendeva unica. La ricordo in Ballata macabra. Ci mancherà. Se non fosse una frase fatta, direi che è la fine di un’era.

    1. Queso 2013 sta davvero chiudendo un’epoca portandosi via tutta una serie di personaggi leggendari.
      Il problema è: chi li sostituisce?

      1. claudio · · Rispondi

        mah … dire che erano unici probabilmente è disonesto verso i moderni, e di sicuro la nostalgia può distorcere la percezione, ma di sicuro un’era – bella o brutta, preferibile o meno – si sta ormai del tutto chiudendo. Il dubbio (ma qui si rischia di essere additati come snob) è che, al di là del naturale ricambio, non mi pare vi sia molta voglia, né da parte di molti addetti ai lavori, né tanto meno dalla massa degli spettatori – di mantenere vivo il ricordo storico. La maggior parte dei gestori di cinema che conosco (età media 25/30anni) non hanno mai visto, per dire, un film di Fellini. Non parliamo di Bergman o di Resnais. Anna Magnani? era una cubista? Andava ad Arcore?
        vabbé, mi scuso e chiudo.

        1. Perché manca del tutto un’educazione cinematografica. I passaggi televisivi di film di un certo periodo sono stati quasi annullati (qualche volta passa ancora qualcosina si Sky, ma poco), mentre un tempo potevi vederti un Bergman di pomeriggio su un qualsiasi canale.
          E poi il cinema ancora non viene considerato una cosa abbastanza seria da essere impartito alle nuove generazioni.
          Per quanto riguarda l’unicità, non è che manchino grandi talenti o personaggi in grado di realizzare ottimi prodotti.
          Il problema è che non c’è il tempo di accorgersi neanche che esistono.

          1. claudio · ·

            Già. Eppure il cinema ha un impatto fortissimo sui giovani. Nel bene e nel male, una grossa parte della mia formazione viene da lì. E qualche contenuto in più (in media) passava. Ma forse parlo per nostalgia.

          2. Anche della mia.
            Io sono convinta che i contenuti passino anche oggi. Il problema è che tutto viene dimenticato molto in fretta. La vita di un film è brevissima. Esce un film nelle sale e una settimana dopo è già sostituito da quello successivo. Non si fa in tempo a metabolizzare e a riflettere. E, davanti a questo bombardamento continuo, vanno perduti le informazioni e i concetti.

          3. claudio · ·

            Sì. Il cinema è importante. Molto importante. Forgia i giovani. Non credo sia impossibile fornire loro qualche strumento critico in più. Diversamente ci troviamo come ora: che solo i più dotati e i più interessanti sono in grado di fare qualche minimo collegamento. Mica voglio che si debbano guardare la Corazzata P in ginocchio sui ceci, ma mettere loro a disposizione un minimo di basi non può che aiutarli a godere maggiormente di ciò che vedono.

      2. Giuseppe · · Rispondi

        Ecco, anche Karen Black va ad aggiungersi al gruppo 😦 …già, chi li può sostituire? E a parte tutti noi qui presenti e non saprei -oggi come oggi- quanti altri, dopo, davvero, chi tramanderà la loro memoria? Altro problema di non facilissima soluzione…

  2. Speranze che vada via anche Justin Bieber?

    1. quello ci seppellisce a tutti, dai retta a me

  3. moretta1987 · · Rispondi

    Anche Karen Black se ne va,che anno del cavolo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: