Blu Profondo

Regia – Renny Harlin (1999)

Non ho abbandonato il blog, giuro. Dopo questo articolo chiudo per l’estate perché avrete tutti di meglio da fare che star qui a leggere di cinema horror e altre amenità. E comunque perché fa troppo caldo anche per pensare. Ma volevo chiudere col botto. E Blu Profondo è uno di quei film che se non rivedo almeno una volta l’anno, mi vengono le crisi d’identità, non so più chi sono, me ne vado in giro ululando alla luna e rischio di commettere spropositi. Nell’attesa che mi spuntino le branchie e che possa andare a socializzare con gli squaletti come loro pari, non mi resta che vedere e rivedere il trittico delle meraviglie: Lo Squalo di Spielberg, L’Ultimo Squalo di Castellari e Blu Profondo, del caro, adorato, imprescindibile Renny Harlin.

Credevo di essere l’unica ad apprezzare questa fracassonata senza ritegno e pudore. E invece c’è un illustre collega, anche lui appassionato del fottuto capolavoro squaloso del regista finlandese. Si tratta di Hell di cui diventavo consorte un anno fa proprio in questo periodo e a cui dedico la mia non-recensione di Blu Profondo, perché non ha nulla di razionale, non ha pretese critiche o di rivalutazione tardiva. Tantomeno vuole essere un’analisi seria di un film in cui si ingigantisce il cervello degli squali mako per curare l’Alzheimer. Niente di tutto questo. Si tratta di amore per quelle bestiacce che sfondano a craniate la chiglia di un catamarano e attaccano un gruppo di giovinastri come se fossero gli assassini di uno slasher anni ’80. Amore per Thomas Jane che si aggrappa alla pinna di uno squalo tigre e ci nuota insieme. Amore per LL Cool J che si fa dare del coglione a ripetizione dal suo pappagallo. E amore per Renny Harlin che certe cose le ha sempre sapute girare alla stragrande, dando chilometri e chilometri di stacco a tanti registucoli pseudo action più blasonati e fortunati di lui.  E sì, a me di Renny è piaciuto persino The Long Kiss Goodnight con Geena Davis che ammazza il cattivo gridando: “muori soffrendo, figlio di puttana”.

Amore, appunto. E non ha molta importanza quello che dice il 90% delle persone serie e con gli occhiali.Renny è uno di noi, uno che col cinema ci si diverte un mondo, uno in grado di mettere insieme sequenze come questa senza battere ciglio. Te lo immagini sul set, col sorriso sulle labbra e i suoi modellini di elicottero. Uno spettacolo. Gioia di vivere allo stato puro. Perché il cinema è un mestieraccio faticoso e ingrato e se neanche ti diverti a farlo, che cazzo di regista sei?

One of us! One of us!

Nel ’99 Harlin usciva dal doppio flop consecutivo di Cutthroat Island e del già citato Long Kiss Goodnight. L’intenzione della Warner era quella di realizzare il grande Blockbuster estivo dell’anno. Mette in mano al nostro Renny 60 milioni di dollari e una sceneggiatura che sta in piedi con lo sputo. Soprattutto, gli offre la possibilità di giocare non solo coi modellini, ma con una CGI all’avanguardia per l’epoca. Squali cattivi e incazzati in computer grafica. La tag line “Bigger. Smarter. Faster. Meaner” era da infarto. Imperativo categorico vedere il film su grande schermo, anche perché per il vhs bisognava aspettare almeno un altro anno. Ricordo il primo trailer, in sala, in un cinema di Orbetello. Non ricordo invece che film fossi andata a vedere. Strani scherzi della memoria. So solo che era estate, quindi doveva trattarsi di un’anteprima.  Saltai sulla poltrona, mentre la solita voce impostata del trailer italiano mi dava la pessima notizia che Blu Profondo sarebbe uscito da noi solo a metà settembre. C’era Renny, c’erano gli squaloni. Bastava e avanzava per farmi venire la bavetta alla bocca.

Gli incassi, in America, vanno piuttosto bene. Non quanto la Warner si aspettava, ma abbastanza da sperare che Blu Profondo potesse rilanciare la carriera di Harlin. Non è andata così, purtroppo. Invischiato nel progetto fallimentare del prequel de L’Esorcista, Renny si è perso per strada, fin quasi a sparire. Per il 2013 è annunciato un suo ritorno dietro la macchina da presa, con un misterioso Untitled Renny Harlin Project. Io ci spero. Tanto. Perché quando finalmente andai al cinema (da sola) a vedere Blu Profondo, ne uscii parlando ad alta voce come un’invasata, per diffondere in tutto il mondo conosciuto la mia convinzione: il più bel film di squali dai tempi di Jaws.

Blu Profondo ha tutto ciò che serve a un prodotto di intrattenimento per restare nel cuore di una ragazzina troppo cresciuta come me. Prima di tutto è un film cattivo, un film dove si muore male, in maniera truculenta e spietata, senza nessun riguardo e senza nessuna forma di delicatezza. Basta vedere la fine che fa il povero Stellan Skarsgard, per non citare sempre la celeberrima morte di Samuel Jackson che piomba nella stazione acquatica per salvare il culo a tutti e finisce col suo stesso culo divorato nel bel mezzo di un discorsetto motivazionale. Sì, quella scena è rimasta nella storia, che lo si voglia o no. Ma Skarsgard ha dell’epico: “c’è uno che prima gli squali gli mangiano un braccio e poi lo tirano giù dall’elicottero e con tutto il lettino di pronto soccorso  lo sbattono contro il vetro per invadere la base scientifica di acqua”. Malvagio, fino in fondo.  Ma pieno di umorismo macabro e smargiassate come se piovesse.

 E solo Harlin poteva tirare fuori da uno spunto e da una sceneggiatura così sgangherati un film che funziona come un meccanismo a orologeria. Blu profondo è la regia di Renny, per quanto possa essere cafona e sopra le righe, muscolare e priva di sottigliezze, funziona alla grande.  Harlin allaga il set, mette i suoi attori a mollo, trova una scusa quasi geniale per far spogliare Saffron Burrows, arma Thomas Jane (che io un piccolo Thomas Jane lo vorrei sul comodino) di fiocina formato carro armato e poi fa scatenare i suoi mako in lungo e in largo. E vi posso assicurare che, anche a livello di effetti speciali, un solo squalo realizzato con i mezzi rudimentali di 13 anni fa è molto più realistico delle bestiacce d’acqua dolce di Shark Night 3d. Lo stesso Harlin ha dichiarato che Blu Profondo è stato il film più difficile della sua carriera. Ricostruire la stazione scientifica in mezzo al mare, riempirla d’acqua, utilizzare sia pupazzoni che CGI. E confrontarsi con il mito, perché ogni volta che si gira un film sugli squali, la mente se ne va in automatico a una certa Amity Island e non c’è salvezza, ci devi fare i conti. E così, ecco la targa in bocca al tigre, ed ecco che i tre squali protagonisti di Blu Profondo vengono uccisi esattamente come i loro antenati dei primi tre Jaws.

Non è una cosa semplice amare un film come Blu Profondo. Ti guardano tutti male e ti prendono anche un po’ in giro. Possibile ti piaccia quella vaccata, a te che sei intelligente? Sì, mi piace questa vaccata perché è una vaccata che mi rispetta e non mi tratta come se fossi decerebrata. Perché promette quello che mantiene, perché ti sbatte in faccia le esagerazioni e la mancanza assoluta di verosimiglianza in maniera così spudorata che le perdoni qualsiasi cosa. Ed è comunque coerente, ed è comunque un film solido e compatto che ti incolla alla poltrona per 105 minuti e continua a divertirti e a farti battere le manine ed esultare a distanza di anni. Perché LL Cool J che resta chiuso nel forno e poi fa saltare tutto per aria in un tripudio di fiamme a pelo d’acqua, è una cosa che forse non vedremo mai più. E assistere a quella scena su grande schermo, al buio, e sentirsi parte di una setta di pazzi sconsiderati in grado di apprezzarla, è ancora oggi un’emozione per cui val la pena aver sprecato il proprio tempo guardando film insulsi come un Piranha 3d a caso.

Ancora, la tipologia di film a cui appartiene Blu Profondo è in via d’estinzione come il 90% delle specie di squali. E anche registi come Harlin sono ormai estinti. Per molti sarà un bene, ma per quanto mi riguarda preferisco la spacconaggine beffarda di questi prodotti all’idiozia conclamata (ma tanto cool, tanto citazionista, tanto avanti) del cinema di genere degli ultimi cinque o sei anni. Avrò il cervello andato in pappa per il troppo caldo, ma Blu Profondo è un film che merita ogni secondo speso a guardarlo. E credo che stasera lo rivedrò per la seconda volta in una settimana. Non mi stanca mai, non mi annoia mai, non ne ho mai abbastanza di vedere il muso gigantesco del mako che spunta dall’acqua e si divora il pappagallo. In Blu Profondo c’è professionalità, amore per il proprio mestiere, quel briciolo di incoscienza che sempre è necessaria per girare scene come queste e, soprattutto, la volontà di divertire e spaventare, mantenendo un equilibrio perfetto tra le due componenti, facendo in modo che nessuna prenda mai il sopravvento sull’altra. E non è poco. Se ha ancora senso, oggi, di parlare di cinema di puro intrattenimento, categoria che sembra scomparsa nel nulla, Blu Profondo dovrebbe essere un esempio. E Renny Harlin una specie di guru.

Piccolo regalo prevacanziero

Con questo vi saluto. Ci si rilegge a fine mese. Spero di poter essere più presente, lavoro permettendo.  Buone vacanze a tutti.

20 commenti

  1. Che bella che sei. 😀
    E pensa alla soddisfazione che abbiamo: quella di aver scritto delle propulsioni, neppure recensioni, per questo film. Siamo stati i soli.
    Grazie, lovvo questo film e soprattutto lovvo te. ❤ ❤ ❤

    1. Una recensione per Blu Profondo è pochissimo 😀
      la propulsione è l’unica cosa che si merita.
      E sappi che ti lovvocomesenoncifosseundomani ❤ ❤

  2. Helldorado · · Rispondi

    L’ho visto giuro…ma non me lo ricordo quasi per niente! 🙂
    Buone vacanze…e namo co’sto blog!

    1. Rivedilo per celebrare l’estate 😀 😀
      ‘namo ‘namo, se mi liberano dar gabbio, è capace pure che je la famo!

  3. Visto solo una volta in vhs (ormai persa !) durante un periodo in cui la mia fobia per gli squali era miracolosamente svanita (per poi tornare a tradimento!). Recuperai persino l’illustre capostipite di Spielberg. Curiosamente lo ricordo proprio come tu lo descrivi un spacconata ma fiera di esserlo , che non piglia lo spettatore per il culo (anche se di Harlin ho solo visto Born american e Die hard 2 …

    1. Die Hard 2 è un filmone 😀
      mi è venuta voglia di rivedere anche quello!
      spacconata orgogliosa di essere tale e niente altro.
      Basta questo per volergli bene ❤

  4. Una chiusura proprio col botto! 😀

    Buone vacanze, Lucy 🙂

    1. Grazie Gianlucaaaaaa! *O*
      speriamo che a fine mese si possa riprendere con un po’ di calma e tranquillità…
      buone vacanze anche a te!

  5. Che cazzo di filmone! Il finale più… più e basta. Ricordo che ne avevo già discusso su altri blog e viene comunemente considerato un cultone. Strano per quegli anni, dove si poteva mandare tutto in trashone svaccato.
    Con calma mi leggo la rece e poi se non sei già tornata nella cripta vacanziera ti lascio qualche interessantissimo commento 😉

  6. bradipo · · Rispondi

    io lo vidi al cinema e all’epoca lo ritenni una vaccata senza mezzi termini…non l’ho più rivisto da allora quindi nel frattempo potrei aver cambiato parere( leggasi : sono invecchiato) …chissà che non mi converti al culto di Blu profondo…Bentornatissima e buone vacanze!

  7. Nello stesso periodo pensa ci siamo esaltati per lo stesso film, io lo vedevo però in cassetta, che ancora tengo come una reliquia chiusa nell’armadietto blindato… ho pensato le stesse cose di questo film e ho sempre avuto una simpatia enorme per Renny Harlin che non ho mai potuto dichiarare apertamente, perchè l’unica volta che l’ho difeso sono stato coperto di insulti, però per questo mi è stato ancora più simpatico. Avevo una cassetta di una serie da edicola che spiegava gli effetti speciali al cinema, comprata da mio padre, la gran parte del documentario era dedicata alla scena dell’elicottero e anche questa non so quante volte l’ho vista, lì mi si è aperto un mondo, è una di quelle cose che se scatta il colpo di fulmine quando le vedi sei fottuto per il resto della tua vita.
    Comunque, a parte che solo ora scopro che i suoi film hanno dei titoli fantastici orrendamente tradotti, anzi stravolti, in Italia, ma poi concordo su Saffon Burrows di cui ero innamorato, la scena in cui rimane seminuda la trovo sensualissima. Thomas Jane è un altro mito incompreso, un duro sfortunato, bravissimo anche in The punisher, ma veramente poco considerato. Per non parlare della scena di LL Cool J (che già con sto nome è un grande) che mezzo morto scala un muro e accompagnato dalla musica trionfante spara allo squalo. Le scene d’azione come quella che hai messo nel link finale e quella del forno sono tesissime, io così in un film sui mostri & affini non le ho più viste, tranne forse in The mist (sempre con il nostro) e poco altro, roba che si conta su tre dita

  8. Buone vacanze cara Lucia.
    Nick.

  9. Mi piacciono molto i film con gli animali assassini,di qualsiasi specie.Da bambino amavo moltissimo l’orca assassina di micheal anderson con Richard Harris.,una sorta di moby dick versione bastarda, il magnifico Tentacoli e il fiume del grande caimano.Mi piaceva moltissimo anche l’Ultimo Squalo,poi superati i 13 anni mi son accorto da solo che effettivamente fa veramente pietà.Ma veramente,poi ho visto Cruel Jaws di Mattei e :risate su risate,ci manchi mitico Bruno.
    Questo film lo rivedo quando lo trasmettono,mi piacciono gli squaloni e qui ce ne sono un fottio.Rimane però una grandiosa cazzatona,ma grandiosa.Girata da uno che è tra i peggiori registi mai apparsi sulla faccia della terra.Piatto,conformista,prevedibile.Colpevole di massacrare l’immaginario collettivo.Pensa solo a quanta roba buona e giusta ci mettono nei loro film d’azione i grandissimi Verhoeven,McTiernan,poi vabbè il maestro Woo.Dico di ottimi artigiani,di maestri del cinema popolare di mazzate e botti ce ne sono e sicuramente questo maldestrissimo scandinavo non rientra nel gruppo.Però..se te piase paul ws anderson..mi par giusto che ti piaccia anche l’anderson degli anni 80 e 90.Ma anche corsari????

    ps:di Verhoeven mi mancava Starship Troopers.solo che non ho capito quale ho scaricato.Per cortesia o la padrona di casa oppure qualche gentilissimo commentatore o commentatrice cortese mi potrebbe dire se il primo è quello che finisce con l’insettone gigante catturato dai soldati rinchiuso in un laboratorio dove lo sottopongono a diversi atroci esperimenti,tra cui uno anale con tanto di scritta censured sullo schermo?è quello?Ditemelo please poi potete anche mandarmi a cagare perchè ho demolito renny e il film…ciao!

    1. Giuseppe · · Rispondi

      Sì, il primo Starship Troopers è proprio quello che finisce con l’insetto gigante catturato (con l’ufficiale comandante che “sente” telepaticamente la sua paura) e ANALizzato dai soldati, povero bestione 😉

      1. grazie giuseppe!!!
        Effettivamente povero bestione:io farei un sit in di protesta contro la sodomizzazione degli insetti giganti,è un problema che non deve vederci indifferenti

  10. dimenticavo buone vacanze

  11. Giuseppe · · Rispondi

    Mi ricordo bene assai gli squali di Blu Profondo, particolarmente intelligenti e altrettanto stronzi nevvero 😀 Comunque Renny (di cui apprezzai non poco -per rimanere in campo horrorofilo- Prison) vorrei rivederlo all’opera anch’io…nel frattempo buone vacanze Lucia, e ritorna più gore che mai 😉

  12. anche io sono innamorato perso di questi simpatici pesciolini, però un film dove samuel l. jackson viene ucciso in quella mianera così improvvisa e scioccante non lo posso proprio accettare.

  13. Pronto Polizia?
    Si
    Salve mi chiamo davide e volevo fare una denuncia,ne va del bene del mondo intero.
    Ehh che sarà mai,è americano lei?
    No
    Vive in america?
    No
    E allora di quale fottuto mondo intero sta ciarlando,vabbuò jamme va mi dica..
    Ecco sono convinto che una mia amica di nome Lucia abbia dei poteri..si sa quelle cose,i poteri paranormali e si diverta a scatenarli su di me

    Lammmadonna d’o capodecazzo!Addirittua dica..dica…

    Si mette a cianciare di Paul ws Anderson,cioè la schifezza della schifezza della schifezza della schifezza della schifezza delle cose che fanno schifo..e mi arrivano in edicola non uno,ma due-dicasi -due clienti che mi prendono aliens contro predator e i tre moschettieri.Uno in particolare ha cominciato a decantarne la bravura e ….perchè non l’ho ammazzato?

    Perchè lei è un bravo cittadino e non vuole farci lavorare troppo,tutto qui?

    Noooo,il fatto grave è avvenuto ieri sera.Mi invita una ragazza a casa sua e già questo è un evento che mi stupisco come non sia ritenuto festa nazionale,vabbè vado a casa sua,sa no?Brillante e quanto altro.Lei mi dice se volevo vedere un film,e io:ok,fantastico.No?Lei:ho un filmone davvero bello è uno dei miei preferiti.Ora con tutte le cazzate che avrei potuto vedere quale mi tira fuori?Die Hard 2,di Renny Harlin!Quando tutte le persone normali sanno che i capolavori della serie sono il primo e il terzo,fottutissimi capolavori diretti da quel genio di Mactiernan ,lo sanno tutti!Il secondo….il secondo…Indovini un po’ chi ama quel filmaccio…

    Ho capito,ho capito…Che vuole che le mandi Topolino apprendista stregone?O Julian Sands di Warlock 1 e 2 (che peraltro il secondo è un gran bel film horror cari miei)

    No,vabbè a pensarci questo anno la sua roma nelle mani di zeman ci regalerà momenti d’oro.Però si,andiamo per topolino va…Che non è possibile!^_^

    La sera poi è finita che non ha concluso un cazzo e allora se la prende con la sua amica,invece di prendertela con la tua imbranataggine da occhialuto eh?Bravo Bravo!E tienimi via una copia di resident evil quello nuovo,che spacca!

    abbiamo trasmesso i drammi del giovane viga 1976,noto anche come Babordo 76 o semplicemente davide.

    http://lospettatoreindisciplinato.blogspot.com

  14. Ciao, volevo suggerirti il film the reef (anche se probabilmente già lo conosci e lo hai visto)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: