Iron Sky

Regia – Timo Vuorensola (2012)

Il blocco del blogger è una brutta bestia. Bestia ancora peggiore è non aver uno straccio di connessione in ufficio che mi permetta di scrivere qualcosa in pausa pranzo, per non parlare del fatto di stare attaccata quattordici ore al giorno a una cazzo di scrivania. Ma son cose che capitano. Forse il blocco è dovuto soprattutto a una certa nausea che sento nei confronti del cinema e che mi sta facendo passare la voglia di parlarne. Poi capita Iron Sky e ci si riconcilia con tutto quello che fino a poche ore prima ti faceva venire il voltastomaco. Quindi per festeggiare metterei un po’ di musica, tratta dalla colonna sonora monumentale che Laibach ha composto per il film di Vuorensola.

Sci-fi europea. Budget basso, almeno secondo gli standard statunitensi, appena sette milioni e mezzo di dollari, che per un prodotto del genere sono davvero un’inezia. Un’idea folle alla base, ma di quelle in grado di generare entusiasmo negli appassionati. E la volontà ferrea di realizzarla a ogni costo. Il risultato sono 93 minuti che faranno epoca. E che lasciano a bocca aperta se si considera che Vuorensola è un esordiente. Il fatto che qui da noi non sia ancora arrivato e con ogni probabilità non arriverà mai è indicativo. Forse la spiegazione sta proprio nella vergogna estrema che potrebbe suscitare un’operazione così bel riuscita nei nostri amatissimi intellettuali itagliani per cui un film che parla di nazisti sulla luna è una roba disdicevole, da nascondere sotto il tappeto e far finta che non sia mai esistita. Ma purtroppo esiste e rompe il culo a tutti. Iron Sky è un fottuto capolavoro, in un’annata cinematografica che si prospetta ricca di fottuti capolavori, alcuni dei quali non vedremo mai, altri con un ritardo imbarazzante.

Forse la cosa non vi interessa, ma era dai tempi di Doomsday che io non mi entusiasmavo in questo modo sconsiderato per un film. Insomma, è come essersi innamorati di nuovo. Con le farfalle nello stomaco e la testolina che fluttua dispersa nello spazio. Lo sguardo che scruta il cielo alla ricerca di un dirigibile spaziale in arrivo. Cose così. E il cuoricino spezzato all’idea che questo spettacolo grandioso non potrò in nessun caso godermelo su grande schermo.

La storia produttiva di Iron Sky la conoscete tutti. Diffusione dell’idea, ricerca dei finanziamenti, momento di panico per mancanza di fondi, apparizione delle prime immagini e finalmente la possibilità di portarlo a termine. Cinema quasi come gioco, ma preso maledettamente sul serio in tutti i reparti tecnici e artistici coinvolti. E vi sfido a guardare le scene di battaglia e gli effetti speciali e a riconoscere un prodotto a basso budget in quelle scene così curate.  Si vede che è stato fatto, con poco, un lavoro enorme. Noi possiamo solo inchinarci e ringraziare che ci sia ancora qualcuno al mondo che usa un genere così bistrattato e tenta di tirar fuori una propria visione originale e non scontata delle cose. Perché Iron Sky non è solo una divertentissima commedia fantascientifica che ipotizza la presenza di nazisti sul lato oscuro della luna. Certo, lo si può anche vedere solo così e piacerci lo stesso. Perché il film fa ridere, intrattiene alla grande, sbalordisce dà l’impressione di essere su un otto volante cinematografico da cui non vorremmo mai scendere.  Basta questo per innamorarsi perdutamente. Ma c’è dell’altro. E allora io a Vuorensola me lo sposo.

Satira è una brutta parola. Fa venire in mente robaccia di cui è meglio non parlare, soprattutto qui da noi. Ma a proposito di Iron Sky possiamo usarla senza alcun timore di apparire chic. Perché la satira di Iron Sky è sì raffinata, ma anche semplice e diretta. E molto, molto amara, come traspare da un finale tra i più sorprendenti e spiazzanti degli ultimi anni. Vuorensola non dimentica mai di star girando un film di serie b nell’accezione più nobile del termine e inserisce le sue bordate (sue e degli  sceneggiatori Kalesniko, Sinislao e Puskala), dirette senza esclusione di colpi verso tutti,  senza appesantire mai la narrazione con fastidiose didascalie, tanto per far vedere quanto il suo film sia profondo e gravido di concetti. Non ne ha bisogno. Vuorensola non si vergogna di raccontare una storia che parla di nazisti nascosti sulla luna, modelli di colore che tornano sulla terra sbiancati e diventano farneticanti barboni, responsabili della propaganda uscite da una rivista di moda, scienziati pazzi, armi definitive e piccoli furher che hanno la faccia di Udo Kier. In un tripudio dell’eccesso, del kitsch più estremo e fracassone, Vuorensola gioca con gli stereotipi senza ridurli a macchiette, si diverte a fare dell’umorismo, anche di grana grossa, senza mai scadere nella volgarità e, quando meno te lo aspetti, ti colpisce a tradimento con venti minuti di pura epica. Sempre però bilanciata da un atteggiamento scanzonato, e con lo sberleffo che alleggerisce il tutto nascosto dietro ogni angolo.

Miscelare tutti questi elementi, renderli un insieme coerente e riuscito, è cosa che riesce a pochi eletti.  Ancora più difficile è prendere un materiale così vasto e farne Cinema. Quello scritto in maiuscolo, così per dare enfasi alla cosa. Perché Iron Sky è un film fatto apposta per il grande schermo. Un film che andrebbe visto in una sala buia, mentre le immagini, i colori, i contrasti, le scenografie così imponenti ti afferrano per il collo e ti precipitano dentro lo schermo. Per battere le manine quando le astronavi si scontrano nel cielo. Per gustarsi ogni sfumatura della fotografia di Mika Orasmaa. E per perdersi negli occhioni sognanti e sempre più disillusi di Julia Dietze che io vorrei vedere praticamente in ogni film girato da qui al 2050.

Ma queste sono idiozie. Non ci sarà mai Iron Sky nelle nostre sale. In un paese in cui l’8 giugno, quando in tutto il resto del mondo esce Prometheus, arriva con tanto di fanfare il film di Madonna da regista (non è uno scherzo), certe cose non ce le meritiamo. Il che però non mi ha impedito di comprare di corsa Dvd e Blu-ray di Iron Sky. E io neanche ce l’ho, un fottuto lettore Blu-Ray. Ma Vuorensola e tutto il cast, la troupe e la prduzione del film, loro sì che si meritano i miei e i vostri soldini. Per una volta tanto. E per tutti i nauseati dal cinema, dai film, dalla merda che ci viene propinata, sappiate che l’antidoto c’è e si chiama Iron Sky: “The world is sick. And we are the Doctors“.

Solo che noi siamo così malati, così indietro, così tristi e provinciali, sprofondati però nella nostra solita sicumera censoria, che forse non c’è più dottore che tenga.

Recensione di Hell

Recensione di mio figlio

Recensione di Gianluca

43 commenti

  1. Renate :Q____ semplicemente magnifica.
    Come la trama, e i costumi, e la sceneggiatura, e le musica e…e…tutto il resto *___*
    Recensirlo è stato difficile perchè non si può restringere la magnificenza di questo film in un post, ma quello che ho notato in tutte le recensioni lette e che tutti, tutti, tutti, ma tutti una volta visto lo amano alla follia.
    Basterebbe questo per doverlo portare in Italia, ma purtroppo siamo in Italia e ci becchiamo i film di luminari cinematografici quali Madonna, Argento o gente simile.
    *Se ne va in un angolo, triste, pensando di espatriare solo per poterlo vedere al cinema a che se non conosce l’inglese così tanto bene*

    1. Torna a casa, sconsolata e sola, dopo esser passata davanti a un cinema dove proiettano il film di Madonna
      😥

      1. Oh povera 😦
        Tirati su, pensa a cose belle: Vendicatori che pestano alieni, Nazisti su dischi volanti, cabine della polizia blu 🙂

  2. Helldorado · · Rispondi

    Eccellentissimo film e recensione emozionale! Grazie, ma adesso basta co’sto assenteismo eh..!!

    1. Sì, sì, basta…
      se mi mettono la connessione in ufficio… 😀
      certo che il sistema di autopubblicazione di WP rulleggia.

      1. Helldorado · · Rispondi

        WP rulleggia in ogni dove, tranne che sull’iPad…app “orenda”! 🙂

        1. Io sono poverella e non ho l’iPad.
          Ma non è sicuramente colpa di WP.
          sarà colpa dell’iPad 😀

          1. Helldorado · ·

            Ahahaha!! ( io pure sono poverello, ho solo una donna e una famiglia che si coalizzano per azzeccare i regali di compleanno)

  3. moretta1987 · · Rispondi

    A parte The Avengers era da un pò che non mi divertivo così tanto guardando di un film e se penso che tutto questo ben di dio è stato fatto con un budget irrisorio per le major Hollywoodiane rimango ancora più impressionato. E la Dietze è magnifica;-)

    1. La Dietze è una divinità scesa in terra.
      e un film così divertente ed esaltante non lo vedevo da anni 😀

  4. thriller87 · · Rispondi

    Ecco un film che non solo mi è piaciuto , ma l’ho anche amato alla follia ! Film come questo ti ridanno un po’ di fiducia nel cinema, ti mostrano come ci sia ancora gente capace… E da noi non arriva !!! (Invece arriva Madonna, PUAH !!!)

    1. Da noi non solo non arriva, ma non sanno neanche cosa sia.
      Sconsolante…

  5. Napoleone Wilsoni · · Rispondi

    E’ agghiacciante per entrambi doverlo constatare lo so, ma per una volta, come per lo splendido e bistrattato “The Divide” di Gens, siamo d’accordo anche su “Iron Sky”. E tutto il resto, Madonna rockstar cineasta annoiata da servizio di porcellana per signore, del thè delle cinque, ecc, ecc.,

    1. Non è per una volta.
      Già son due, mi pare.

  6. Caz… il tempo è una brutta bestia e ti capisco!
    Questo ironsky me lo devo gustazzare per bene una di queste sere.
    E non dirmi che non vai a vedere il film di Madonna! Hanno detto che è un film della madonna!
    Madonna mia…
    Eufemismo per non bestemmiare ed offendere i devoti…
    Della cantante, chiaro.

    1. Ma io ho preso i biglietti per il film di madonna quattro mesi prima che uscisse nelle sale. Sono una fan girl agguerritissima.
      ghghg
      che non lo sai?
      (scherzo, eh?)

  7. Un filmone, da diffondere in lungo e in largo. TUTTI devono capire cosa stavano rischiando di perdersi. Per me sta quasi diventando una missione personale. 😀

    Splendida recensione, Lucy. È un piacere tornare a leggerti! 😉 E grazie per il link… *O*

    Ciao,
    Gianluca

    1. Sarà la nostra missione nella vita, diffondere il verbo di Iron Sky per tutto il mondo conosciuto.
      Veniamo in pace! 😀
      Ma figurati, link dovuto.

  8. addirittura un capolavoro?
    a me è sembrato guardabile, ma niente di che, recitato maluccio e con una satira vecchia giusto di qualche decennio…

    1. Bè, sì, per me è un fottuto capolavoro che è cosa diversa da capolavoro 😀
      non mi è parso di vedere recitazione scadente. Udo Kier carica parecchio, però è il suo modo di recitare da sempre. Mentre gli altri sono tutti in parte.
      Sul fatto che la satira sia datata, anche lì non sono d’accordo. E il finale è lì a dimostrazione che non si tratta solo di sberleffi un tanto al chilo.
      Però magari mi sbaglio

  9. ne ho letto anche malissimo,eh!Farò una media tra la tua entusiastica ed entusiasmante recensione e le altre.Nondimeno mi piace che si usino i nazi per fare una satira anti amereggana,e che il presidente degli stati uniti sia una donna-con buona pace di tutte le femministe-rimane nel bene e nel male un esperimento.Anche se reputo il nostro Fascisti su Marte un fottuto capolavoro di fantascienza e satira eh!Comunque l’ho segnato e sicuramente lo guarderò.

    Noto con un certo sbigottimento che tu stai tradendo rhona!Ma come la prima bionda che passa e che ti fa ciao manco fosse una capretta di heidi ,te la metti in cima alla classifica di donne che vorresti vedere fino al 2050?Non lodovevifare nonlodovevifare come direbbe Baudo.

    ps:a proposito di capolavori.Finalmente ho il dvd di The Artist e mi sto già commovendo ora,si è una frignata preventiva.
    Lo so cosa pensi di codesta pellicola,ma so anche che comprendi l’amore cinefilo.E io sono innamorato ,quasi come per i film dei dardenne e di lars,insomma una bella cotta.Abbi pazienza eh!Dopotutto ricorda che sono anche lo stesso che ha scritto un racconto solo per farti lovvare all’infinito da rhona e farti tirare tante,ma tante mazzate che fanno sempre bene,quando si passa una vita in ufficio e in metropolitana-fermata piramide,quanti ricordi di piramide!

    1. Oh sì! Anche io ho amato The Artist! Quanto ti capisco 😉

      1. bravissima!Siam due romanticoni!Ho scritto proprio oggi una lettera aperta-recensione al mitico George Valentin.Roba da occhialuti.Poi Beatrice …vabbè l’attrice protagonista è di una bellezza sconvolgente.Roba che ti farebbe cantare:saaaaaraaaa sveglia è primaveraaaaa ^_^
        lo so sono un antipatico e molesto pistola,lucia…che ci posso fare
        Lovvamento a cottimo per hetschaap e lucy okkeio?

        1. E io che sono pure un sacco indietro con i tuoi post! Ma a questo do la precedenza 😉

          1. fai benissimo!
            ora però chiedo scusa alla proprietaria del blog e agli altri commentatori per questa parentesi che non c’entra nulla con il film in questione ^_^

            ciao het!

    2. Sì, ne scrivono bene e ne scrivono male.
      Io non soppianto Rhona con la prima bionda che passa. Per chi mi hai preso?
      Rhona è mia. Solo ed esclusivamente mia. Io e lei viviamo insieme in un castello incantato nella mia testa, sai?
      Non la tradisco con nessuna, altrimenti mi gonfia di mazzate.
      Sì, comprendo l’amore cinefilo, ma non comprendo come questo ci azzecchi con The Artist.
      Però ti perdono e continuo a lovvarti.

      1. avete quindi pagato l’imu sul castello?Brave!
        Su The Artist,quando mi sarò ripreso dalla modalità Fontanella di Trevi,scriverò un post degno dei miei deliri per Lars o i Dardenne.Mica è un film:è la mia carne,il mio sangue,è me.In me.
        George Valentin è entrato direttamente a fare parte di quei personaggi che poi diventeranno miei interlocutori immaginari..Pensa un po’ che pirla..Non ti piace Sara di Venditti,non ti piace The artist..ma vabbè pareggiamo se penso a paulws va!Lovelovelove,come cantavano i beatless,che va sempre bene!Ciao e buona giornata.
        Il film di madonna,la regista e il cast andrebbero portati in un gulag a svernare

  10. Giuseppe · · Rispondi

    Sappi che quando superi il blocco del blogger (oltre alla nausea combinata di cinema/14 ore giornaliere di quella cazzo di scrivania) io sono sempre qui ad accoglierti con le tue recensioni 😉 …a proposito di Iron Sky, ma non si tratta dello stesso Vuorensola di Star Wreck: In the Pirkinning, divertente parodia trekkiana realizzata con budget risicatissimo (ma con battaglie spaziali assai credibili nonostante questo) che mi fece ben sperare per la sua futura carriera? Certo che come da prassi un fattivo incoraggiamento dalla distribuzione italica temo se lo possa scordare anche per Iron Sky purtroppo 😦 che come al solito dovrò vedere tramite le solite vie…

    1. Sì, è lui. E devi vedere che battaglie spaziali ti ha combinato in questo Iron Sky.
      procuratelo, a ogni costo.
      C’è anche il dvd su Amazon che io ho già accattato perché a Timo voglio bene assai 😀

  11. Innanzitutto mi fa piacere che tu sia riuscita in un modo o nell ‘ altro a sfuggire al blocco del blogger.
    Certo poi vedere che da noi arriva il film di Madonna e non Iron Sky o Prometeus fa passare la voglia del tutto.:(

    1. Ecco. Appunto per questo mi stava passando la voglia. Perché sembra di parlare al vento.
      Però, ufficio permettendo, cercherò di parlare solo di cose belle

  12. bradipo · · Rispondi

    grande film e come al solito splendido articolo…è sempre un piacere leggertti, vedi di sbloccarti…

    1. Grazie 😀
      mi sblocco, mi sblocco.
      dannata connessione in ufficio, mi sblocco 😀

  13. Di questo non sapevo veramente nulla ma mi sa che è una di quelle lacune che andrà colmata. Dalle immagini che posti mi ricorda Inglorious Bastards ma magari non c’entra proprio nulla…

    1. No, in realtà ha poco a che vedere, perché è un film di fantascienza pura, da molti punti di vista. Forse potrebbe condividere lo stesso spirito apparentemente goliardico, ecco.
      Però vedilo assolutamente, perché è grandioso 😀

      1. Sai che mi fido ciecamente 😉 Prima o poi mi ci dedicherò 🙂

  14. L’ho visto, mi sono commosso e ho ordinato il Dvd, perchè questo film si merita i miei soldini. ❤
    Seguirà mia recensione nel prossimo futuro, intanto mi sono dilettato a leggere la tua! Altro che blocco del blogger… 🙂
    Non mi esprimo ancora sulla situazione distributiva italiana, ho già avuto un paio di travasi di bile la settimana scorsa.

    1. Ehhh…la distribuzione italiana segue vie misteriose e arzigogolate che però conducono sempre alla scelta sbagliata 😀
      Il blocco è passato. Adesso ci si mette il lavoro di traverso, ma almeno un post a settimana lo garantisco, promesso!

  15. Qui ci tocca fondare il Club “Innamorati di Renate” 🙂

    Il film e’ una delle cose piu’ grandiose che abbia mai visto. Spero di vederlo in italiano prima di morire ma non ci metto le mani sul fuoco.

    1. Non credo ci riusciremo mai. Questo film in Italia non sapranno neanche che esiste.
      Per fortuna lo sappiamo noi 😀

      1. Appunto! Un club esclusivo! 🙂

  16. LordDunsany · · Rispondi

    Onestamente avevo letto recensioni pessime.. Ma, ovviamente, io mi fido molto di più della tua! 🙂 Entro questo week vedrò di visionarlo! 😀 Ma no, Lucia, non ti schifare, anzi, schifati che quando posti recensioni negative sei una lettura favolosa perchè ci metti tanta cattiveria! Spero tornerai a scrivere con frequenza che noi lettori ci auspicheremmo! 🙂 Notizie de “Quella casa nel bosco”? 😀

    1. Ci provo Lord!
      Giuro faccio il possibile. E’ che riesco a scrivere solo di domenica che durante la settimana è un dramma.
      Ma ce la metto tutta, promesso!
      E fammi sapere se ti è piaciuto!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: