Jeepers Creepers 2

Regia – Victor Salva (2003)

Un altro film di quelli che piacciono solo a me. Insieme al suo predecessore (appena inferiore), ritengo Jeepers Creepers 2 uno dei prodotti migliori del decennio passato e Victor Salva un regista che mostra di avere delle idee molto chiare e uno stile personale e ben definito. E aggiungo anche, sto sbavando nell’ attesa del terzo capitolo, previsto per il 2013.

Visto la prima volta senza avere idea della condanna per molestie scontata da Salva, devo ammettere che rivederlo con una certa consapevolezza fa effetto. Non so se in questo caso sia lecito parlare di coraggio, incoscienza o idiozia, ma la cancellazione totale (e voluta) del ruolo femminile in quanto vittima, sostituito dalla controparte maschile che perde quasi tutte le caratteristiche topiche dei personaggi uomini in un film dell’ orrore e si riduce a un corpo da desiderare, scardina molti stereotipi e disegna nuove prospettive per il genere. Rimaste purtroppo ad ammuffire in un angolo e mai più sfruttate, o almeno non con l’ incisività di questo Jeepers Creepers 2.

Il capovolgimento di prospettiva, già abbozzato nel primo film (il Creeper ignorava la bella per gettarsi a capofitto sul di lei fratellino), diventa prorompente nel seguito, con pochissimi personaggi femminili, e tutti con caratteristiche che spiccano sulla massa di maschietti che sono lì a svolgere la mera funzione di oggetti. Insomma, l’ esatto opposto di quello che accade di solito in un teen horror.

tanto per capirci

Jeepers Creepers 2 si svolge a poche ore di distanza dal suo predecessore, nel ventitreesimo giorno del ciclo vitale del mostro, che ogni 23 anni, per 23 giorni, mangia. Questa volta aggredisce un ragazzino che sta sistemando degli spaventapasseri in un campo di granturco, in una sequenza d’ apertura di rara efficacia, in cui Salva dimostra di non aver bisogno del fattore buio per creare un senso di terrore e minaccia. La scelta di colori caldi, le lente panoramiche tra i filari immersi nella luce accecante del sole e il ritmo rilassato e sonnacchioso dell’ incipit, fanno da contraltare alla rapidissima incursione del Creeper, che arriva e si prende, senza troppi sforzi, quello che vuole. L’ idea che sta dietro al bogeyman creato da Salva è semplice, efficace e in grado di fondare una nuova icona e un nuovo mito del genere. Il Creeper sceglie le parti migliori di noi e se ne nutre. Gli servono per rattoppare i deterioramenti del suo corpo millenario. Creatura antica e potentissima, non può essere sconfitta, né distrutta, in nessun modo. Bisogna solo aspettare e sperare che il suo tempo scada prima che arrivi da noi. Puoi anche staccargli la testa, se ci riesci, ma il Creeper impiega due minuti a prendersene una nuova e a sostituirla. L’ ossessione che nei suoi confronti sviluppa il padre del ragazzo aggredito e portato via (Ray Wise, che iddio ce lo conservi così in eterno), sebbene poco chiara e forse troppo repentina, è, per ammissione stessa di Salva, presa pari pari da Melville e dal suo capitano Achab. Il Creeper è una forza della natura indomabile e invincibile. Chi lo incontra e ha la fortuna di sopravvivere, non può trovare pace.

Parlando dei suoi film, Salva li definisce “Atmospheric and macabre, with no happy endings, but not to be taken totally seriously”. E’ una fotografia perfetta per Jeepers Creeper 2, un prodotto in grado di terrorizzare lo spettatore e farlo ridere all’ interno di una stessa, singola scena. Quando il Creeper si affaccia, a testa in giù, al finestrino dello scuolabus bloccato sulla statale e sceglie, una ad una, le sue vittime, annusandole prima, e poi indicandole e ammiccando, il limite tra orrore e ridicolo è estremamente sottile, e tuttavia gestito con classe tale da non sconfinare mai né in un settore né nell’ altro. Equilibrio sapiente e perfetta padronanza tecnica dei mezzi a disposizione. Ecco come Salva riesce a creare un horror di serie b che sappia spaventare e divertire allo stesso tempo, da non prendere del tutto sul serio, ma con dei momenti macabri e intensi che rimangono impressi nello spettatore e che non si dimenticano facilmente. Lo sguardo in macchina della creatura, che strizza l’ occhio a noi e ci rende complici e carnefici, è da manuale del metacinema, ma non invasivo, non preponderante rispetto alla storia: una semplice, brevissima uscita dallo spazio filmico, quasi subliminale, per ripiombare subito nell’ azione. Ricordiamolo, è un film di serie b in cui un mostro perseguita una squadra di football su un autobus mentre un vecchio pazzo lo insegue armato di arpione. La creatura vola tipo pipistrello, ha le ali che sono una membrana disgustosa e a un certo punto salta come un canguro, ma con una gamba sola. Come amo ripetere spesso, se queste cose non vi piacciono, il problema non è del Creeper, è vostro. E avete comunque sbagliato blog.

Ma realizzare un horror che ha tutte le caratteristiche del cinema di puro intrattenimento popolare, non significa lasciare a casa l’ intelligenza e la personalità. E’ un’ operazione complessa, che porta spesso a risultati altalenanti, ma dovrebbe essere ben impressa nella mente di ogni regista che voglia dedicarsi al genere. Insomma, un Alexandre Aja potrebbe imparare qualcosa, sempre che i piranha non gli abbiano già divorato tutti i neuroni.

31 commenti

  1. Bella recensione, Lucia! Ammetto di non aver mai visto né il primo né il secondo, però ora mi hai messo un briciolo di curiosità. 🙂

    Ciao,
    Gianluca

    1. Grazie!
      Ma sappi che questo è davvero uno di quei film che piacciono solo a me, eh?
      poi magari lo vedi e torni qui e mi tiri le pietre!

  2. Il secondo mi manca, mentre il primo mi è piaciuto abbastanza.
    Credo che come al solito, andrò a recuperarlo 🙂

    1. Io tendo a preferire il secondo. Però il primo, visto al cinema all’ epoca, mi lasciò un’ ottima impressione.
      Ricordo che lo stroncarono da più parti…ecco. Non fu molto benvoluto.

  3. mandarino · · Rispondi

    “realizzare un horror che ha tutte le caratteristiche del cinema di puro intrattenimento popolare, non significa lasciare a casa l’ intelligenza e la personalità. ”

    questa è da tatuare in fronte.
    Sempre brava, precisa e dettagliata, la Lucy.

    1. Ma Grazie Giusy!!
      E’ che spesso questa faccenda viene dimenticata, non tanto dai registi, quanto dagli spettatori. E per un appassionato è sempre un colpo al cuore

  4. Tranquilla Lucia ! Questo film piace di brutto anche a me ! Ray Wise è credibilissimo nel ruolo del padre in cerca di vendetta e già solo l’inizio con il Creeper camuffato da spaventapasseri vale la visione. Hai fatto bene anche a ricordare il lavoro cromatico fatto da Salva , a dir poco efficace nella riuscita del film. Fossero tutti così i teen horror…

    1. Infatti è molto raro che un horror adolescenziale abbia questo lavoro estetico alle spalle. Salva è bravo, Ray Wise gigantesco, speriamo nel terzo capitolo, in cui, se ho ben capito, torna la sorellina del primo. Con prole. 23 anni dopo.

  5. Il primo l’ho visto diverso tempo fa e mi ricordo che non mi era dispiaciuto, nonostante le critiche negative. Va detto che non mi è neppure rimasto impresso però. L’ho ricordato solo perché ne hai parlato tu. E questo non so come giudicarlo. Intanto mi sto attrezzando per una mini maratona: primo+secondo. E vediamo cosa ne esce fuori 😉

    1. Sì, dai, minimaratona in attesa del terzo capitolo! 😉
      Ma non so se ti piacerà o lo relegherai nell’ angolo delle bizzarrie. Vedremo 😉

  6. Bangorn · · Rispondi

    Parlandone ieri con te, mi hai quasi convinto a rivalutarlo. Quasi quasi mi riguardo il primo, tanto per iniziare 🙂

    1. ma s, dai! E’ comunque una visione piacevole per una serata di birra e pop corn

  7. Uno dei pochi teen horror degli ultimi anni che mi piaccia sul serio.E dopo aver visto il primo capitolo ho fischiettato Jeepers Creepers per una settimana intera:-)

    1. La canzoncina del primo ti rimane in testa per anni 🙂
      Peccato che nel secondo si senta solo alla fine dei titoli di coda

  8. LordDunsany · · Rispondi

    Ti dirò Lucia, li vidi in rapida successione un paio d’anni fa e mi piacquero entrambi! Il Creeper è un fico! E mi ero addirittura segnato questo dal primo episodio: Darry: “Credi che sia morto?” Trish: “Non muoiono mai” 😀
    Però hai da smetterla di offendere A.A.; guarda c’è un vecchio furgoncino Citroen fuori da casa tua, apri al buon uomo con la tuta da meccanico 😉

    1. Ma tu non capisci che io lo insulto e lo offendo perché mi aveva fatto tante belle promesse e poi non le ha mantenute! 😀

  9. ti voglio bene anche io.

    1. Ti ho pensato tanto…

      1. mi tremano i baffi dall’emozione.

        1. Immaginavo che la cosa ti avrebbe commosso

  10. Altra grande recensione Lucia. Posos dire che per me il 2 è molto superiore al primo capitolo ?

    1. Devi! 😀 Che bello, allora non piace solo a me!

  11. nemmeno una tetta?Una di sfuggita,diamine anche una prima eh?
    No.
    Dai allora metto da parte la mia seriosità,metto via la foto di san morando morandini e mi guarda n 1 e n 2.Sei brava a vendere le cose che ti piacciono,ecchecazzo mo vedi che mi costringi pure a rivalutare Herlin.

    Ah,ho tra le mani il ritorno dei morti viventi 1 e anche 2,la biondona della madonna quigley o come cavolo si chiama donde si trova?

    1. Neanche si intravede una tetta, neanche per sbaglio.
      Eh, lo so, dovevo fare l’ imbonitore, altro che blog e blog.
      La biondona la trovi nell’ uno. Vai con dio!

  12. Giuseppe · · Rispondi

    Beh, in Jeepers Creepers 2 il mostro mi pare molto più caratterizzato rispetto al primo capitolo, e Jonathan Breck gli conferisce una fisicità mica da ridere (anche se non paragonabile a un Englund/Freddy)…ma sarà ancora lui nei panni del Creeper nel 2013?
    Tranquilla, non piace solo a te, come del resto non piace solo a te Neil Marshall 😉

    1. Questa è una bella domanda, Giuseppe.
      Il cast non è ancora ufficiale e, a parte la presenza sicura di Trish, perché il plot lo richiede, non so dirti altro, per il momento.
      Comunque sì, la caratterizzazione del Creeper è molto più forte nel secondo capitolo.
      Che bello sentirsi meno sola al mondo 😉

  13. Ciao Lucia,
    pensa che ho una specie di adorazione verso Jeepers Creepers, spero sempre in un edizione bluray (c’è il primo ma in tedesco..) , oltre a qualche foto del makeup ad alta risoluzione.
    Tornando al film vero e proprio, condivido totalmente la tua opinione (sopratutto su Wise…l’attore che sta meglio in blu 😉 ), sia il primo che il secondo JC risultano molto godibili e finalmente horror classici come ci si aspetta dal genere, insomma l’ideale per una serata piacevole.
    Ricordavo che forse doveva uscirne un terzo.

    1. Sì, il terzo è in preproduzione ed è previsto per il 2013. A dirigerlo e a scriverlo sarà sempre Salva e questa volta il Creeper andrà a perseguitare il figlio di Trish, 23 anni dopo i fatti del primo film. A oggi, le notizie sono tutte qui. Speriamo di averne di nuove al più presto, che lo aspetto con una certa ansia 😀

  14. scusate se riapro un post molto datato, sempre che qualcuno sia attivo volevo chiedervi informazioni sulla saga:
    1) il terzo capitolo ancora non e’ uscito??? non si riesce a trovare niente in rete a parte fan trailer e poco di ufficiale
    2) il secondo capitolo possibile che non sia MAI uscito in BLU RAY DISC edizione italia, si trovano solo edizione francia e germania altre region free ma tutte senza audio italiano….

    se qualcuno sa dove reperirlo sarei grato, anche perché ho tramandato la passione per l’horror a mio figlio e se non glielo trovo mi assilla …. ovviamente in dvd si trova, ma io sono un devoto dell’HD.

    grazie anticipatamente a tutti.

    1. Allora, non mi risulta che esista una versione italiana del Blu ray di Jeepers Creepers 2… Solo in dvd, purtroppo.
      Il terzo capitolo non è ancora pronto. Se ne parla da anni, ma credo che sia ancora molto lontano nel tempo…

  15. grazie per la celere risposta, quindi mi tocchera’ ripiegare sulla versione dvd

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: