Nightmare 2: La Rivincita

Regia – Regia Jack Sholder (1985)

Per natale, mi hanno regalato il cofanetto con tutta la saga di Nightmare, il che significa che sono cazzi vostri. Il problema però è che non posso parlarvi di quelli belli, ché ho promesso a una mia amica di rivederli insieme e io mantengo sempre le promesse. No, non è vero, sono una bugiarda patologica e le mantengo solo se rischio il linciaggio, come in questo caso.  E lei conosce il kung fu.

Quindi vi beccate il peggio del peggio. Non il quinto o il sesto, bruttini per carità, ma passabili. La schifezza delle schifezze, la bizzarria criptogay con giovanotti a torso nudo o in pantaloncini e le chiappe del coach scudisciate dagli asciugami nelle docce: Nightmare on Elm Street 2: Freddy’ s Revenge. Roba per palati fini, come il mio.

Craven non aveva nessuna intenzione di fare del suo Uomo Nero il protagonista di una saga e rifiutò di prendere parte al progetto, salvo poi incazzarsi come una biscia quando Nightmare 2 incassò il doppio del capostipite, senza che lui potesse partecipare agli utili. Jack Sholder, destinato poi ad avere ancora a che fare con una creatura craveniana, molto più debole di Krueger, non ha mai nascosto il suo disprezzo per il primo film e infatti cambia del tutto la tipologia di mostro, snaturandolo e conferendogli dei nuovi poteri che nulla hanno a che spartire con l’ idea originaria di Craven. Questa volta, Fred è una specie di mistura mal riuscita tra un illusionista e un demone alla Pazuzu. Il lato onirico viene relegato al solo protagonista, Jess,  posseduto da Krueger mentre dorme, con conseguenti attacchi di sonnambulismo che lo portano in equivoci locali sadomaso a perseguitare un allenatore di baseball un po’ troppo severo. Per quale motivo Fred, che ha il potere di uccidere le persone tramite i loro incubi, dovrebbe appropriarsi del corpo di un adolescente e obbligarlo a uccidere in sua vece? Perché sì. E perché a Sholder e a quel furbone dello sceneggiatore David Chaskin piaceva così. Come se non bastasse, una volta entrato nel corpo del povero Jess, Krueger si muove tranquillo nel mondo reale e lo si può sconfiggere solo con l’ amore.

Non è questione di essere pignoli o puntigliosi, ma di apportare delle modifiche strutturali a un personaggio che era nato con diversi propositi e significati. Che il terribile uomo dei sogni scaturito dall’ immaginazione di Craven fosse una delle tante incarnazioni del diavolo, è cosa ormai appurata, ma non autorizza nessuno (neanche la New Line), a banalizzarlo in una semplice storia di possessione demoniaca, che di questo si tratta, mandando in vacca l’ enorme potere insito nel personaggio.

Il 1428 di Elm Street, dove Jess si trasferisce con la sua famiglia, il ritrovamento del diario di Nancy (giuro), le leggende sulla ragazzina impazzita che viveva in quella stessa casa, sono tutti pretesti per creare una continuità inesistente tra il primo film e questo seguito, quasi apocrifo. Sholder cerca di distaccarsi il più possibile da Craven, sin dalla scelta del protagonista, maschile invece che femminile, che però possiede, con effetti comici devastanti, quasi tutte le caratteristiche di una scream queen dell’ epoca, tanto da essere ricordato come l’ unica scream queen maschio della storia dell’ horror. Quasi in un’ operazione, impossibile da capire se voluta o meno, di parodia dello slasher, il film si dimostra estremamente pudico in nudità femminili, mentre indugia, con un certo compiacimento clinico, su quelle maschili. Jess e il suo amico Grady si mostrano quasi sempre senza maglietta, o in pantaloncini corti, si scambiano sguardi e sorrisi ambigui e Jess molla in maniera molto poco elegante la sua fidanzatina, nel bel mezzo di una scena di sesso, per scappare a dormire da Grady, che lo deve proteggere da Freddy:  “Something is trying to get inside my body” urla terrorizzato Jess. Al che Grady, piccato, gli risponde: “Yeah, and she’s female, and she’s waiting for you in the cabin. And *you* wanna sleep with me”

A posteriori, gli stessi protagonisti e autori del film si mostrano stupiti dei risultati ottenuti. Intervistati nel documentario Never Sleep Again, Sholder e Mark Patton affermano entrambi di essersi resi conto solo dopo di aver trasformato il seguito di Nightmare in una stramberia camp dall’ umorismo involontario e famosa per essere l’ horror più gay della storia del cinema. Cose che potevano succedere solo negli anni ’80, decennio dispensante perle di kitsch estremo, come la scena in cui Jess si mette a ballare da solo in camera, con occhialoni tempestati di lustrini e chiudendo i cassetti a colpi di ancheggiamenti. Lo ripeto, roba per palati fini.

In tutto questo marasma confusionario, Fred Krueger è quasi un accessorio, messo lì solo per attirare il pubblico che vuole continuare ad assistere alle gesta di un personaggio già assurto allo status di mito dopo un solo film. Fa alzare il riscaldamento negli appartamenti, manda in ebollizione le piscine, fa esplodere pappagallini e hot dog e, nell’ unica sequenza realmente a effetto di tutto il film (merito degli fx di Rick Lazzarini) esce dal corpo di Jess, ricordando in maniera sospetta La Cosa.

Pochi incubi e neanche memorabili, body count molto basso, colonna sonora anonima  e senza il tema originale di Bernstein e una battuta storica, questa sì, tipicamente alla Krueger, uno dei rari momenti in cui ci si sente di nuovo a Elm Street: “You are all my children now”.

Per il resto, questo secondo episodio è consigliabile solo ai completisti in odor di feticismo della saga dell’ Uomo Nero con gli unghioni, e anche quelli potrebbero annoiarsi, che non tutti hanno il mio stomaco, o ai rimestatori all’ ultimo stadio di letame proveniente dagli anni ’80, che nonostante tutto, puzza sempre meno di quello contemporaneo, se non altro per il fattore nostalgia.

44 commenti

  1. Ah , ah ah ! E pensare che l’avevo recuperato dopo essermi visto il primo ed il terzo capitolo ! Ti lascio immaginare lo sconcerto ! (Almeno gli effetti speciali erano buoni !)

    1. Infatti la parola che si addice di pi a questo seguito sconcertante 😀 per rivisto col senno di poi fa molto ridere

  2. Non è uno dei miei preferiti, anzi credo, al contrario di tutti gli altri film della saga, di averlo visto solo una volta.
    E, sinceramente, non è che abbia tutta questa voglia di rivederlo.

    1. Ehilà, Nicola!
      Ne approfitto per farti gli auguri anche qui, oltre che da te.
      Infatti questo è il peggio che la saga ci abbia mai riservato. Rivederlo è come prendersi a cazzotti nello stomaco da soli 😀

  3. Paragono questo al terzo capitolo della saga di Halloween… indimenticabile, purtroppo 😦
    E dire che potevano fare tanto, visti soprattutto i seguenti capitoli, non eccelsi ma cmq passabilissimi (in primis I guerrieri del sogno).
    Che dire?
    Spezziamo una lancia in loro onore… magari sulla loro schiena 🙂

    1. Sì, hai ragione: ci sono tante similitudini tra i due. Anche se io preferisco Halloween III perché, se non altro, racconta proprio un’ altra storia e non rovina il personaggio di Michael Myers.
      Che poi la saga di Nightmare si è sempre mantenuta su livelli piuttosto alti, tranne che in questo capitolo, un vero e proprio scivolone

  4. Ho citato la tua definizione ai peggiori film.
    Citando te ovviamente…
    Va bene o mi citi in giudizio?

    Ciao!

    1. No, la cosa mi riempie di gioia!
      W lammerda!

  5. Bhè il secondo merita per lo scream king che voglio dire è cosa assai rara negli horror come ne convieni. Ovviamente durante la nostra maratona anche il due è incluso 😀 che non ce le facciamo dure risate?? io direi di fare dal 2 al 5, visto che il primo ce lo siamo rivisto di recente.

    1. Ma come, io me lo vedo da sola per risparmiarti una tale bruttura e tu mi tradisci così?
      Io direi dal 3 al 6.
      gh.

      1. Ma io tutta sta frocieria del due mica me la ricordo….vabbè…visto che hai compiuto l’insano gesto, forse anche per poter scrivere questa recensione, vedrò una di queste sere di ripescarmi questa chicca finocchia horror così per farmi due risate 😀
        Io attendo ancora che tu mi distrugga tualait…attendo con ansia…e soprattutto la recensione di snake oil mentre sei in odore spinto di cazzeggio 😀

        1. No, devi vederlo. Non ricordavo neanche io, ma fa impressione. solo una delle foto che ho postato estremamente indicativa 😉 E no, tuailait non ce la faccio. Pensa che potrei vederlo in qualsiasi momento, ce l’ho accanto. Poi premo play e mi prende lo sconforto

          1. Ma non lo devi vedere…l’hai già visto e se non bastasse, in parte, anche letto…che te serve altro….poi hai willwoosh che ti fa i riassunti in maniera esemplare, che problema c’è??? =))

          2. Ma io dicevo l’ ultimo film della saga…e poi io prima di scrivere una recensione, rivedo sempre il film in questione, che sennò non è serio.

          3. ma stiamo parlando di tualait….mica serve una cosa seria…..ah è vero tu l’ultimo film non l’hai visto….puoi chiedere un featuring con michy 😀

  6. Uno di quei film in cui il mostro è veramente usato male,quando finalmente Freddy si manifesta in carne e ossa durante un party in piscina cos’è che fa sholder?Lo mette a confronto con dei ragazzotti più alti e grossi di lui che però devono fingersi terrorizzati.Quasi una parodia.
    P.S.Riscrivo il commento perchè prima per un mio errore è uscito con la firma di Roberto.

    1. Commento errato cestinato 😉
      Sì, davvero un uso pietoso di un mostro importante come Freddy.
      E inoltre si manifesta quando sono tutti svegli, non uccide nessuno nel sonno e non si capisce perché il film porti il nome Nightmare…

  7. Ti invidio il cofanetto. Giuro… per il resto hai reso interessante con la tua bravura persino un film come questo…

    1. E’ bello assai il cofanetto. Avevo tutti gli occhioni lucidi quando l’ ho aperto.
      E grazie assai 😀

  8. tipo che se ti vedi questo film in combo con cipers cripers due ti inculi da solo per la quantità di carica omosessuale sprigionata nell’etere. bei ricordi.

    1. Oddio Jeepers Creeper 2, con tutti quegli atleti muscolosi e nerboruti sull’ autobus…

      1. il problema è che nightmare 2 è frocio involontario, ma victor salva, dopo che ha scopato in bocca il regazzino con cui ha girato clownhouse non so quante scuse abbia per ciperscripes.

        1. No ciperscripers ha evidente volont frocesca. Poi a me piacque persino e proprio per quello.

          1. scusassero..è che noi in brianza siamo dei bambinoni come il Pozzetto dei tempi migliori e quindi tutte queste cose sul sesso e i messaggi nascosti non li capiamo.Però un film pieno di bei maschiotti seminudi ,non è che possa essere la risposta femminista e da par condicio all’interno del genere horror?Sai che gli ammmmerigggani sono ossessionati da queste cose di politicamente corretto,no?
            Vabbè oggi son in vena di scrivere minchiate e il tutto rigorosamente davanti ai miei clienti

            ps;è stata qui la ragazzina che non mi ha preso walking dead,ma dectetive stone e stavolta mi ha preso Alien contro Predator,oh mio dio!Poi mi ha tolto dalle palle saw 2-lei dice che è ganza come serie,mah..-sottobanco invece gli ho passato Il cibo degli dei e la morte dietro la porta.Si,sono un edicolante che aiuta anche i clienti!^_^

          2. ah boh io non ricordo perché avevo 14 anni e neanche l’avevo finito di vedere, ma senza nulla togliere ai frocioni sudati che fanno territorial pissing a me sembrava proprio brutto. poi insomma, se basta la volontà frocesca allora bisogna osannare pure tutta la filmografia di decoteau e non mi pare il caso.

          3. No, dai, oltre alla volont frocesca, c’erano cose graziose, qualche omicidio ben fatto e un mostro che mi piace assai. MO’ me lo rivedo e lo recensisco in tuo onore, ti

          4. io mi ricordo impressa a fuoco una scena dove c’erano tipo in primo piano l’autistia e non so chi che controllavano la strada e in fondo in profondità di campo un altro tizio e il mostro gli calava da sopra stile bungee jumping e mancava solo un suono tipo POOIIINGGG per fare una scena alla looney toons. non abbiamo finito di vederlo perché ricordo che abbiamo mandato indietro quella scena una ventina di volte finché ci siamo stancati di ridere e boh basta, non ricordo altro.

          5. Sì, era una scena da annali della storia del cinema, indimenticabile. Devo rivederlo a tutti i costi.

  9. Giuseppe · · Rispondi

    Io lo avrò visto in tutto due volte e mi è bastato per escluderlo dalla saga, a meno che non fosse nelle intenzioni di quel burlone di Sholder girare un film -come capitolo a parte 😉 – su di un fratello gemello tonto (e pure omonimo) di Freddy…perchè il “nostro” Krueger in questo Nightmare 2 faccio molta fatica a ritrovarlo con tutte le libertà artistiche (?) che si sono presi…cazzo, il quinto e il sesto brillano -e non sono ironico- di luce propria al confronto! Questo è uno di quei casi che ti fanno maledire la completezza dei cofanetti 😀 e infatti i dvd me li sono presi singolarmente e in tempi diversi, lasciando perdere questa “perla”…decisamente un utilizzo incredibilmente impacciato e faticoso del mostro, quando non del tutto fuori luogo e il tirare in ballo il camp non salva certo la baracca, nemmeno a posteriori 😦 (del Sholder anni ’80, comunque, preferisco di gran lunga il fantahorror The Hidden).
    Halloween III l’ho trovato decisamente più interessante (e con un Tommy Lee Wallace capace di condurre i giochi), anche nel suo discostarsi dal personaggio di Myers con il “diversamente” tenebroso Cochran…mi dispiace solo che in questo caso la collaborazione fra Carpenter e il grande Nigel “Quatermass” Kneale non sia andata a buon fine, chissà quale sarebbe stato il livello del risultato finale…

    1. E’ vero, è un Freddy abbastanza tonto, e che si sconfigge in un lampo. Deludente da ogni punto di vista. Però sai, io sono seriamente completista quando si tratta del buon Krueger 😀
      Halloween III è un esperimento riuscito in parte, ma che comunque ha qualche spunto di interesse, che lo salva dal rientrare esclusivamente nel campo delle bizzarrie 😉

      1. Giuseppe · · Rispondi

        Eh, capisco che con il Freddy può non essere facile resistere al completismo 😀 anche se c’è di mezzo Sholder…che tra l’altro, nella sua ricerca di “originalità” a tutti i costi, aveva ripreso paro paro da “Terrore dallo spazio profondo” di Kaufman l’idea del cane dalla testa umana, se non ricordo male, riproposto in una sequenza quasi identica…per quanto riguarda Jeepers Creepers, come mostro piace assai pure al sottoscritto, e quanto riesce a farlo incazzare Ray Wise nel secondo capitolo prima che ritorni in letargo 🙂

        1. Sì, ci sono due cani con teste di neonati che sorvegliano l’ ingresso della caldaia di Freddy. E anche lì ci sarebbe da chiedersi come mai, ma vabbè, lasciamo correre pure questa.
          Jeepers Creepers è un bel filmaccio sottovalutato a cui voglio molto bene. E il secondo capitolo lo ricordo migliore del primo

  10. bè,la versione gay pride di kruger a me fa assai ridere,deve essere una cosa stile troma,ma con tanti soldi.
    Quasi quasi lo guardo,quasi…

    1. Ma guardalo no! Che aspetti! Ti assicuro grandi risate. Soddisfatto o rimborsato!

      1. e come no!Ho già organizzato la visione,secondo me con gli ABBA in sottofondo il film potrebbe davvero diventare una sorta di gay pride for dummies.Oggi va di moda esserlo e quindi devo studiare bene no?

        ps:ti lascio il link di un mio nuovo blog,donde parlo di libri,più che altro questo nuovo blog l’ho creato per dar sfogo al mio spirito di battutaro

        eccolo

        http://bookkakelibriinfaccia.blogspot.com/

        eh?Bè,casomai tu volessi insultare uno scrittore che ti stia sul cazzo,puoi sempre dirmelo e io lo faccio !Vale per tutti chiaramente.^_^

  11. effettivamente, è davvero il più cesso sui film di nightmare. e pensare che capolavoro era stato il primo! un saluto!

    1. Però poi con gli altri seguiti la situazione si risolleva 😉

  12. Robert Freaky Freakerton · · Rispondi

    Il film non l’ho visto e sicuramente fa cagare però in un horror potrebbe essere interessante il lato omosessuale, se voluto, cioè credo che alcuni horror possano esprimere anche queste pulsioni, e forse le hanno sfruttate poco probabilmente per ragioni commerciali. Jeepers Creepers forse un po’ è così

    1. Ma figurati se io non penso che un horror con una forte componente omosessuale non potrebbe essere interessante. Il problema è che in questo Nightmare è del tutto non voluta e involontariamente comica.
      Ti prego, guardalo, anzi, vai su youtube e cerca solo la morte del coach. Ti prego, fallo per me e poi torna qui.
      Jeepers Creepers è diverso, è consapevole. La componente omosessuale del mostro sta anche nel primo capitolo. E’ un mostro gay che si invaghisce di uno dei due protagonisti e infatti alla fine ignora la sorellina e si porta via il ragazzo.
      Era uno spoiler.

      1. Robert Freaky Frickerton · · Rispondi

        si quella l’avevo già vista… purtroppo

  13. ho in lista freddy vs jason,molti dicono sia una cazzatona,ma altri mi dicono sia bello assai.
    Io sono assolutamente per il mitico Jason,spero si faccia valer come nel bellissimo ed esilarante capitolo X!^_^

    Sono quasi pronti anche il ritorno dei morti viventi 1 e 2,come vedi tengo in considerazione le tue dritte.
    Epperò,mi dispiace,ho stroncato L’ultimo squalo..anche se meglio i cruel jaws

    http://lospettatoreindisciplinato.blogspot.com

    1. Io amo Freddy vs Jason, un pochino me ne vergogno ma lo amo 😀
      E comunque Federico al tuo Giasone je farà sempre er culo a strisce, ricordalo! Non c’è partita e non c’è gara.
      Perché hai fatto la bua a Castellari?

      1. Giasone agli amichi tua je ‘ffa un culo tanto che Platinette sembra er monumento alla eterosessualità.
        L’ultimo squalo principalmente per via del pauperismo del mostro,per la demenzialità di alcune scene,per i personaggi che arrivano alla cazzo di cane.
        Comunque ho pure criticato,sul blog,il fiume del grande caimano di Martino,il quale però si salva per via della critica anticolonialista esplicita nel finale e in tutto il film.

  14. The_Special84_One · · Rispondi

    Sinceramente Nightmare 2 non è affatto male, Certo non è il migliore della saga ma neanche il peggiore. Ci sono state molte discussioni in merito al tema omoeretico in cui il film sembra proprio indirizzarsi (anche se involontariamente, questo è giusto ricordarlo, come hai fatto tu, ma fino ad un certo punto) ma altro non fa che arricchire una pellicola forse banale ad un primo approccio, ma nel complesso di forte emotività, grazie questo sistema intrinseco di volere/non volere parlare di certe situazioni che all’epoca erano sicuramente un tabù. Ricordiamo sempre che è un film datato 1985, e bisogna rivederlo tenendo presente il contesto sociale e culturale dell’epoca che comunque tira in ballo spesso e volentieri. La scelta di traslare Krueger nel piano reale non è affatto male (anche se snaturandolo così della sua essenza onirica) e non fa altro che conferire al personaggio nuovi poteri e nuove dimensioni in cui confrontarsi. Una scelta coraggiosa e di sicuro curiosa (degli attriti tra Craven e Sholder non entro in merito). Krueger lo vedo molto più cattivo in questo film rispetto al suo predecessore, causa movenze del tutto diverse e diverso anche il tipo di approccio alla pellicola e la scena superlativa in cui dice: “You are all my children now” vale da sola tutto il film. Non male neanche la sequenza iniziale dell’incubo “scolastico” che fa da collegamento con il suo predecessore. Altra nota particolare: il guanto in questo film non è presente, giravano voci sul suo furto ma in realtà è stata una scelta ben precisa per poter conferire ad un accessorio che ha fatto la storia dell’horror una fusione carnale con il mostro, all’interno della mano stessa, quasi a voler significare l’unità di essere una cosa sola. E’ un tema molto presente nel film, come la repressione interiore di Jesse che cerca di emergere ogni volta e trova in Krueger una valvola di sfogo per poterla ottenere. In cambio però delle ben note conseguenze.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: