Top 5: vien di notte l’ uomo nero

Paure infantili. Sono una brutta bestia, perché spesso va a finire che continuano a perseguitarti tutta la vita. Certo, il sacro terrore provato davanti al buio di quando si era bambini per fortuna (o purtroppo), si ridimensiona con gli anni, e tuttavia qualche strascico rimane sempre addosso, soprattutto se si cresce a pane e horror e se la passione per il cinema basato sulla paura non passa mai. Da piccola, la mia ossessione era Fred Krueger. Più di tutti gli assassini con il loro campionario assortito di armi da taglio e oggetti contundenti, l’ Uomo Nero che aveva il potere di entrare nei tuoi sogni, esercitava su di me un fascino ambiguo, formato da una profondissima paura, ma anche da un’ attrazione irresistibile. Un’ icona del genere, ispirata in parte a fatti realmente accaduti, in parte a un incubo ricorrente che perseguitava Craven durante l’ infanzia, ha un potere cinematografico enorme. La rappresentazione del mondo onirico ha sempre scatenato la fantasia dei registi che si sono cimentati, nel corso degli anni, a portare sullo schermo le gesta di Krueger. Nonostante la decadenza del personaggio, e la sua riduzione a macchietta, la saga si è sempre mantenuta su livelli piuttosto alti nelle scene ambientate nel regno dell’ incubo. Questi che andremo a vedere sono i miei cinque brutti sogni preferiti. Welcome to prime time, bitches…

5. Nightmare on Elm Street 4: The Dream Master – La morte di Debbie

La povera Debbie, trasformata in un insetto e poi schiacciata dentro una scatola nelle mani di Freddy. Dream Master, del mio amato Renny Harlin, è forse il film della saga ad avere più inventiva e grottesco umorismo nel ritrarre le morti delle varie vittime. Questa, in particolare, è atroce. Da quando ho visto il film, ho serie difficoltà ad ammazzare gli scarafaggi.

4. Nightmare on Elm Street: The Dream Child – La motocicletta

 Il quinto capitolo dell’ epopea di Freddy, affidato alla regia di Stephen Hopkins è tutto fuorché un gran film, eppure ha dalla sua questa scena che per realizzazione ed effetti speciali (non c’era la CGI all’ epoca, io tendo sempre a sottolinearlo) rimane una delle morti più memorabili dell’ intera saga.

3. Nightmare on Elm Street 3: Dream Warriors – Freddy serpentone

Gli incubi di Kristen sono quasi tutti meravigliosi: come dimenticare il rubinetto che la imprigiona e le vene che si tagliano da sole? O Freddy in tenuta elegante che taglia la testa della madre? Eppure il primato va al Freddy in versione serpentone, da amare incondizionatamente.

2. Nightmare on Elm Steet 3: Dream Warriors – La morte di Philip

Ancora Dream Warriors, ancora Chuck Russel che, aiutato dalla sceneggiatura di Craven, firma il titolo più interessante tra tutti i seguiti del capostipite (e forse anche superiore al capostipite stesso). La trasformazione di Philip in una marionetta di carne e sangue è un’ idea semplice e geniale allo stesso tempo e la sua realizzazione è da manuale del cinema dell’ orrore.

1. A Nightmare on Elm Street – Tina

Sarò banale e scontata, ma la prima apparizione di Fred Krueger, che perseguita la povera Tina e la seguente esplosione di violenza inaudita nella camera da letto è la sintesi perfetta tra splatter, paura infantile, sadismo e fusione tra realtà e sogno. Gli incubi sono così e non c’è da stupirsi che Tina non si sia più svegliata.

27 commenti

  1. Come dire altro? Hai citato lla mia saga preferita, in alcuni casi anche centrando le scene migliori. Dream Warrior, primo capitolo a parte, rimane il mio preferito, anche sotto l’aspetto dei personaggi e dell’ambientazione. Da paura la morte di… caspio, non mi ricordo il nome 😦
    Cmq mi riferivo a quella che viene letteralmente infilata nella televisione… stupenda 🙂

    1. Jennifer! Bellissima scena anche quella, solo che meno onirica rispetto a quella del burattino, e allora ho scelto dolorosamente l’ altra 😉

  2. *O*

    *O*

    *O*

    *O*

    *O*

    Ecco, meglio di così non riesco a esprimermi!

    Ciao,
    Gianluca

    1. *O*
      Ti quoro!

  3. D’accordissimo con le prime due posizioni. Il burattino è agghiacciante. E il primo Freddy, con le braccia lunghe, mamma mia!
    😀

    1. Eh, ma perché è un incubo reale, una cosa che chiunque di noi potrebbe sognare e per questo funziona alla grande

  4. non male anche quando uccide il sordo nel numero 6.
    Ecco,mi sa che dopo aver visto codeste cose non dormirò stanotte!^_^

    1. Sì, sono tantissime, ed era in lizza fino all’ ultimo secondo. Poi ho scelto l’ insetto 😀

  5. ottimo bigino!
    non ci crederai, ma mi mancano tutti. d’altronde l’horror è scoperta recente per me… comincerò però dal primo 🙂
    un abbraccio :**

    1. No, dai! Almeno il primo, così per completismo devi vederlo a ogni costo 😀

      1. obbedisco! 😀

  6. Ottimo. :O

  7. Condivido in pieno le prime tre posizioni . (I capitoli 4 e 5 invece non li ho mai visti, ne vale la pena ?)

    1. Il quarto secondo me sì: è Renny Harlin, sappiamo bene a cosa andiamo incontro. Il 5 è per i fissati di Freddy, quelli drogati come me che non possono farne a meno. Ecco, il sesto è troppo anche per i drogati come me 😀

  8. Freddy ha terrorizzato i miei sogni tante tante volte. D’accordissimo soprattutto sulla prima e sulla decima posizione (avrò visto quel nightmare non so quante volte)

    1. Bè, ma Freddy è davvero l’ uomo nero per antonomasia. Il concetto che sta alla base del personaggio fa paura sul serio.

      1. ma a me non faceva paura il concetto, faceva proprio paura lui 😛

        1. No, ma pure a me faceva paura lui (come dice Hell qui sopra, quando gli si allungano le braccia, mamma mia…), per anche adesso che sono cresciuta (poco) e a distanza di anni, il concetto continua a spaventarmi 😀

  9. nemmeno una scena dal remake?Cioè hanno ripetuto paro paro robe come la morte Depp e così via o hanno usato la fantasia?
    Una mia curiosità,anche un po’ del cazzo va!

    1. Il remake sarà il mio prossimo cugino deficiente. E non c’è una sola scena che valga la pena di inserire. Una povertà imbarazzante. Le uniche parti che si salvano sono quelle copiate pari all’ originale di Craven (il telefono, la vasca da bagno, il sacco mortuario). Una cosa imbarazzante.

  10. Il sesto l’avevo visto. Purtroppo !

  11. Visti tutti, dal primo all’ultimo, riuscendo pure a sopportare di buon grado lo scivolamento progressivo del personaggio da terrificante uomo nero a quasi-cartone animato del gore, seppur di classe…il terzo è davvero memorabile (aggiungerei pure la sequenza con le dita “siringate” al resto) e mi ricordo anche il relativo video dei Dokken dove -se non sbaglio- salvavano la Arquette “assordando” Freddy a suon di chitarre elettriche 🙂 e nel quarto Harlin (di cui ho apprezzato anche Prison) ha saputo creare sequenze davvero crudeli, senza remore di sorta nemmeno nei confronti dello stesso Krueger alla fine, a mò di compensazione delle atroci carognate subite dalle vittime…il quinto tra le altre cose (l’uomo-moto “tecnoorganico” è davvero efficace) va pure a toccare la mia passione fumettofila, ironizzando sugli ingenui supereroi dei primordi con SuperFreddy, il quale tornato in versione “classica” dirà allo sfigato morituro di turno che non ha mai sopportato i fumetti…tutte stronzate (ai miei occhi quindi un mostro come pochi 😀 ) , prima di abbandonarsi a un massacro cartoonescamente in tema.
    Ad ogni buon conto non può esserci Freddy Krueger senza Robert Englund, e non si tratta di essere integralisti, è solo un incontestabile dato di fatto dimostrato nell’arco di una saga intera…quindi a cosa cazzo serviva un remake?

    1. Ecco. Hai centrato il punto: Freddy è Robert Englund. Dare un’ altra faccia al mostro è controproducente e ridicolo. Se con gli altri assassini del passato la faccenda è risolvibile grazie alle maschere, per quanto riguarda Nightmare, il volto di Englund ustionato è già una maschera efficace.
      Se poi riproducono le ustioni in CGI, allora davvero gli improperi vengono spontanei 😀

      1. Pure le ustioni in CGI…non ci voglio nemmeno pensare…eppure qualcuno ha pensato di potersi permettere di rifare paro paro i lavoretti di Kevin Yagher, Screaming Mad George, Greg Cannom e soci in digitale, il che come idea è brillante quanto quella di togliere Freddy a quel grande istrione di Robert. Anche la mia tolleranza (non solo alla CGI) ha un limite, tant’è che l’ho saltato a piè pari…ma ammiro il fegato che dimostri nell’averlo visto e son curioso di vedere come lo distruggerai 😀

  12. Mi ero quasi perso questa bellissima Top 5!
    Condivido in pieno, compresa la successiva recensione che hai dedicato a uno dei più inutili remake della storia.

    1. Gli omicidi di Freddy hanno un fascino davvero particolare 😀
      Contenta che ti sia piaciuta, e contentissima che anche tu disprezzi con forza il tremendo remake 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: