Top 5: Se ti acchiappo…

Visto che la volta scorsa avete gradito, ho pensato che i sonnacchiosi fine settimana, in cui sicuramente tutti voi avete di meglio da fare che venire qui sul mio blog, sono l’ ideale per stilare gustose classifiche cinematografiche, sempre a tema horror, s’intende.

In quasi ogni film dell’ orrore che si rispetti, c’è una scena (o due, o anche tre), in cui il mostro/killer/non morto/ insegue la sua vittima per un tempo indefinito. A volte la cosa si conclude con un brutale omicidio, altre con il salvataggio e la morte indecorosa del cattivo. Sono situazioni stereotipate, viste milioni di volte, ma parte integrante di tutta quella serie di cliché che rendono il cinema de paura degno di essere chiamato tale. Cose da ricordare con affetto, sequenze in cui spesso si svela l’ abilità del regista nel creare suspence e nel muovere la macchina da presa. Sono tante, troppe, ed è stato difficile sceglierne solo cinque.

5.

Venerdì XIII Parte II (Steve Miner – 1981) L’ inseguimento di Ginny

Già sapete che Amy Steel è tra le mie scream queen preferite, nonché una delle migliori final girl dell’ intera saga di Venerdì 13. In questa sequenza in particolare, Miner dimostra di essere davvero un solidissimo mestierante. Il gioco a rimpiattino tra Ginny e Jason conserva giustamente un posticino tutto suo nella storia del cinema dell’ orrore. E ricorda a tutti noi di controllare molto bene di aver chiuso le finestre, se c’è un bamboccione psicopatico che si aggira nelle vicinanze. Purtroppo non sono riuscita a trovare la scena sul tubo e quindi vi beccate 22 minuti di film, di cui dieci occupati dal gioco a rimpiattino col cocco di mamma.

4. 

Prom Night (Paul Lynch – 1980) La morte di Wendy

Wendy è un’ insopportabile e arrogante stronza, che fa di tutto per rendere la vita impossibile alla nostra Jamie Lee. E tuttavia ha le palle di tenere in scacco il killer di Prom Night per un’ estenuante e lunghissima scena di inseguimento. In cui sembra quasi che la final girl sia lei. Rispetto.

3.

Un Lupo Mannaro Americano a Londra (John Landis – 1981) La metropolitana.

Paura. Parlavamo qualche giorno fa di bus. Landis in questa scena non li usa. Lui ci mette solo tanta tanta paura. Roba che per qualche mese l’ idea di scendere in metropolitana mi faceva venir voglia di attraversarmi Roma a piedi, quando ero piccola e impressionabile. Eh, però  poi la metro non l’ho più presa neanche quando sono cresciuta.

2.

Non aprite quella porta (Tobe Hooper – 1974) Sally vs Leatherface

Non credo ci sia molto da dire. Se questa scena non vi piace siete semplicemente delle brutte persone. E’ assurdo pensare che una volta Hooper era un regista, vero?

1.

Il Labirinto del Fauno (Guillermo del Toro – 2006) la fuga di Ofelia

Non ho mai visto un film che mi abbia spaventato, commosso, incantato e fatto sognare a occhi aperti come il capolavoro di Del Toro. Tutta l’ opera è poesia in immagini e questa scena fa venire gli incubi.

47 commenti

  1. Anche questa una top 5 di tutto rispetto Lucia,poi la scena nel metro e la fuga di Ofelia ne Il labirinto del Fauno sono paura allo stato puro.

    1. Al cinema la scena di Ofelia mi ha fatto stare quasi fisicamente male. Ha tutto: c’è tensione, terrore, un mostro che fa risorgere tutte le nostre paure infantili. UN capolavoro nel capolavoro.
      Sulla metropolitana di Landis, bè…l’ effetto è quello di guardarsi le spalle ogni volta che si esce di casa. Sarà una horror comedy, o forse io mi spavento facilmente, ma per quanto mi riguarda è un film dell’ orrore puro, con qualche sprazzo di ironia.

  2. il finale di profondo rosso,l’inseguimento sul treno in non ho sonno-che praticamente è l’addio al mondo del cinema di argento-boh,non è che abbia visto o ricordato abbastanza per metterci qualcosa di meglio rispetto alle tue di scelte.
    L’inseguimento di Prom Night è davvero fenomenale e alza la media della
    pellicola.
    Il labirinto del fauno,giudicato da Film tv prima una cazzata e poi un bel film,è un grande capolavoro della cinematografia.Io ho amato moltissimo
    la parte “politica”e come quella fantastica sia ben mescolata con il crudo
    realismo.
    Hai visto anche La spina del diavolo?

    ps: e il tuo p.w.anderson??

    1. Devo fare una confessione che mi farà perdere un sacco di punti horror: non amo Argento. Intendiamoci, ha fatto film favolosi (il mio preferito è Suspiria, però), eppure non mi è mai entrato nel cuore, non tanto da scegliere lui al posto degli scalcagnati slasher anni ’80 che ho inserito.
      Sì, di Del Toro ho visto qualunque cosa. E’ uno dei miei amori.
      Per Poll Dabliù bisogna aspettare qualche giorno, sto ripassando l’ intera filmografia 😉

      1. bava,argento,avati,questi per me hanno fatto le cose migliori nel
        genere horror.Il secondo poi dopo Opera per me ha clamorosamente
        sbandato,ma la scena del treno in non ho sonno ha ancora la sua
        forza
        Si,ho visto pure Fulci,ma non mi ha mai coinvolto più di tanto anche
        se amo L’aldilà,quella villa accanto al cimitero,non si sevizia un paperino ,sette note in nero e lo squartatore di new york.

        mario bava rimane il faro illuminante.Pensa a Reazione a Catena,ad
        esempio.E Avati per Zeder e sopratutto La Casa Dalle Finestre Che Ridono.Fa meno paura delle De Filippi,ma è un capolavoro!
        Ok aspetto la filmografia di quel ..ehm genio,di anderson!^_^
        Grande paul!

        1. Io invece ho come numi tutelari dell’ horror italiano Bava (Maestro indiscusso, unico e solo) e Fulci. Perché Lucio per me è come un papà. Lui, come Bava, si arrangiava a fare paura con mezzi davvero miseri e con una fantasia scatenata e irrefrenabile. E ci riusciva, ah se ci riusciva. Argento aveva più soldi e più furbizia. E Fulci giace lì, dimenticato e vituperato. Sì, credo che prima o poi uscirà fuori uno specialone anche su di lui 😀

          1. si,ha avuto senza dubbio più difficoltà economiche ed ha dovuto arrangiarsi.Purtroppo questo in alcune pellicole si vede.Sai io non è che creda molto alla storia pochissimi soldi tanto ingegno film riuscito.Mi spiego meglio,è chiaro che umanamente si sostiene un cinema pauperistico che cerca di portare avanti un risultato decente con a disposizione tre piotte,e 4 pizze di fango del camerun,però non sempre questo è possibile:genialità o meno,perchè le lacune si vedono.Mostri di cartone,fulmini disegnati,una certa improvvisazione e ripiego strategico che svelano troppo il trucco cinematografico.Per fare bene certi generi si deve per forza spendere.Poi la maestria di un Fulci molte volte riusciva a offrire godbilissimi spettacoli,ma non è una regola da prendere come giustissima.Perchè di cazzate atroci noi italiani le abbiamo girate,eccome!
            Non sono nemmeno sicuro che Fulci sia stato dimenticato,anzi mi pare un nome assai celebrato ,molti lo citano,certo ha avuto la sfiga di morire nel giorno stesso o il giorno dopo del polaccone di La doppia vita di veronica,ma poi è uno di quei nomi che tutti mettono nella lista dei grandi,(i novizi magara pur avendo visto pochissimo).
            E poi per farmi maledire a vita voglio scrivere e firmo pure che a me Fulci non piaceva affatto come regista horror,(anche se impazzisco per una sua opera minore come aenigma con la scena mitica delle lumache che soffocano una poveretta e la scena di sesso cannibale assai ben girata),ma mi piaceva assai come ottimo regista di thriller,( non si sevizia un paperino,7 note in nero,la donna dalla pelle di lucertola,una sull’altra) e come regista di due splendidi e straordinari western Tempo di Massacro,scritto da di leo peraltro,e i 4 dell’apocalisse.Davvero dei filmoni
            Nondimeno rimango un argentiano devastato dalla fine del suo maestro,ma perchè a me da bravo borghese piace la decadenza e menarmela al bar con i miei amichetti Baudleire e quell’altro che se ‘ngroppava leonardo de caprio,li posseno a tutte due sti impuniti!

            Suggerisco infine un titolo:Contro Natura di Antonio Margheriti.Grande Tonino!^_^

          2. Aspetta. Io non sono per il pauperismo cinematografico a ogni e costo e anche l’ idea del regista duro e puro dopo un po’ mi stanca. E’ che Fulci ha fatto degli splendidi film non perché aveva pochi soldi, ma nonostante avesse pochi soldi. E’ una differenza sostanziale, da rimarcare, soprattutto pensando a cosa facevano altri registi italiani (Mattei, Fragasso) con budget a volte anche un po’ più grandi rispetto a quelli dati al mio amato Lucio.
            Fulci era un regista con delle idee talmente enormi (e fai bene a sottolinearlo, in ogni genere) che se avesse operato in America sarebbe diventato un mito vivente. E invece, come Bava, è morto pure lui senza una lira e in disperazione. Diciamo che le rivalutazioni post mortem sono un’ altra cosa che mi fa un pochino incavolare. Soprattutto, se citi Fulci o all’ estero, o tra gli appassionati, vedrai occhietti illuminarsi e farsi a forma di cuore, se lo citi a qualche occhialuto qui da noi, quello storcerà il naso e ti lancerà occhiate di compassione. Però Argento va bene, nonostante le cagate che ci propina da quasi vent’ anni a questa parte. Lui sì. Lui ci dà lustro.

          3. Concordo,Fulci aveva grossissime idee ed era bravo a girare
            molti generi diversi di film.Purtroppo ha avuto problemi
            di produzione,e non era l’unico
            Lui faceva prodotti dignitosi,che però sopratutto nel
            genere horror,ma questa è una mia discutibile idea,si avvertono
            maggiormente.Perchè è un genere che pretende molto
            dal punto di vista del finanziamento economico sopratutto
            se si usa il tema paranormale.
            Tuttavia i suoi capolavori li ha fatti e merita il rispetto
            dovuto a chi ha fatto cinema nonostante tutto.
            Poi ripeto a mio avviso ha dato il meglio nel trhiller.Era anche aiuto regista di Steno sul set di Un Americano a Roma,di cui ha scritto pure la sceneggiatura con Continenza,Steno,Sordi,mi pare fosse
            anche paroliere della canzone 24.000 baci e diretto il buon
            Uno Strano Tipo.
            Però a mio parere a fronte di un Fulci vi sono stati tantissimi
            che facevano film di genere in maniera penosa,e sono loro
            ad aver ucciso la cinematografia di serie b-i 4occhi popolani snob
            la chiamano cine bis-con prodotti girati alla cazzo di cane
            sfruttando al massimo un ‘ideuzza,e per questo reputo
            un po’ pacchiani certi estremismi di rivalutazione e riscoperta
            ma vabbè,io sono uno spocchioso che va al bar a bere capuccino e mangiar brioche che poi tanto paga il mio amico Sodebergh!^_^
            W il grande cinema,quello che rispetta l’intelligenza del
            pubblico e sa raccontare grandi storie di qualsiasi genere
            e nazione!^_^

  3. Il Lupo Mannaro e Non aprite quella porta, con l’inseguimento che pare infinito…
    Bello il cinema, tanto tempo fa. 😀

    1. Infinito e stancante, per lo spettatore e per la povera protagonista che strilla otto minuti di seguito. La prima volta che lo vidi ero esausta.
      Tra un po’ Non aprite quella porta compie 40 anni… è davvero tanto, tanto tempo fa e fa ancora effetto. Chissà perché 😀

  4. Il LABIRINTO DEL FAUNO è probabilmente l’ultimo film che mi ha commosso, impaurito ed emozionato contemporaneamente. Del Toro colpisce lo spettatore nei punti giusti.
    Su Argento sai come la penso e ritengo che dopo Opera avrebbe fatto meglio a smettere di girare.
    Ciao.

    1. Infatti non capisco perché il buon Guillermo non la smette di fare il produttore dei suoi amichetti e non torna a girare subito subito un film. Io ho pianto anche con i due Hellboy 😀

      Sì, molto probabilmente se Argento si fosse ritirato dopo Opera, adesso saremmo tutti più felici. Però io Dracula 3d lo vado a vedere al cinema per tirare le scarpe contro lo schermo

  5. Il Lupo Mannaro, bellissimo! E ovviamente Non aprite quella porta, come posso tirarmi indietro dalla prima vera scena di inseguimento con Leatherface! 😀

    Bella top 5, continua a proporne. 😉

    Ciao,
    Gianluca

    1. Infatti quando ho inserito quella sequenza ti ho pensato moltissimo! 😉

  6. Allora provo a stilare una mini classifica dal basso della mia ignoranza e dai limiti della mia memoria:

    5. http://www.youtube.com/watch?v=s0PYo87M3T4
    4. La prima morte di non aprite quella porta quando viene scoperta la casa (non trovo il video sul tubo).
    3. Scream 4 la scena nel fienile in cui c’è il festino di stab e Courtney Cox capisce che Ghost face è lì, quella sequenza mi ha esaltata
    2. http://www.youtube.com/watch?v=Om5v2i0vegI&feature=related (che fai non ce la metti questa?)
    1. http://www.youtube.com/watch?v=hh-Qqm40cxg (scelta romantica, lo so ma che ci vuoi fare io ho la fissa per lui)

    1. Sì, sono tutte scenone importanti, ma l’ unica che effettivamente implica un inseguimento della vittima è quella di Scream 4 😀

      Ma ti riferivi a questa scena?

      1. Uhmmm no…in effetti allora non era la prima morte. Intendevo quella con lei che scappa per tutta la casa…..
        Quella dello squalo in realtà è perchè è corto il pezzo di youtube, perchè lo squalo ci mette parecchio a sfasciare la barca se non errorre (io lo considero un inseguimento, non classico, però…) e la number one dai un bel po’ di inseguimento c’è (forse sulla 5 classificata è un po’ una forzatura).

  7. Non so se vale, ma in onore del tuo blog citerei l’inseguimento degli zombie che dilagano nel bunker di Day of the dead.
    Breve ma angosciante per quel che riguarda il soldato Torrez, una scena che mi comunica un senso di terrore e disperazione come pochi altri.

    1. Bellissima…
      Terrore, disperazione e vero dolore fisico. Le sue urla sono quanto di più straziante mi sia mai capitato di vedere.

  8. Bellissima Top5, soprattutto per quanto riguarda “Il labirinto del fauno” e “Non aprite quella porta”.
    Io aggiungerei queste:
    1) http://www.youtube.com/watch?v=qXdFMbP4cIU con il seguito, ovviamente:D

    2) http://www.youtube.com/watch?v=RHMxpYA7WEc
    3) http://www.youtube.com/watch?v=2S5WsnfOxhI

    1. Weeendyyy!!! Quanti incubi…madò…
      E la lotta di Ash con la mano è indimenticabile. Ma tutto il secondo capitolo di Evil Dead mi gonfia il cuore di gioia.

  9. Ho visto The Texas chainsaw massacre. Devo ancora riprendermi.
    Non lo vedevo da anni, l’ultima volta fu in vhs in una tv di merda e, indovina?, lo avevo schifato. Questa volta sono stata in religioso silenzio, me lo sono goduto.
    E’ un capolavoro del genere (e pure non del genere, che regia assurda ha???) e la parola capolavoro mi sta sempre un po’ antipatica, come ben sai. Ma quando ci vuole, ci vuole…
    Temo lo riguarderò in settimana, è troppo bello.

    1. Lo avevi schifato? Sul serio? ma era doppiato? qualità pessima? Già è sgranato di suo, già nelle scene buie è abbastanza difficile capirci qualcosa…
      Scrivine qualcosa…ti prego 😀

      1. Lo avevo visto in Vhs, l’ultima volta, su tv con la panza e doppiato. L’ho ucciso, insomma.
        Ieri bluray, lingua originale, sono rimasta allucinata.

        Scriverne qualcosa? vorrei, mi piacerebbe, ma sono in crisi creativa. È da ieri che vorrei parlare di un gioco allucinante (LSD per psx) e non riesco a cavare fuori un solo vocabolo…
        Ci proverò, sto anche provando a scrivere recensioni su ogni capitolo di Master of Horror.

        Figurati che ho pensato di chiudere i battenti per qualche mese…

        1. tra l’altro mi ripeto pure nei commenti, mi sa che il mio cervello è annacquato ormai…

          1. Il mio andato definitivamente in pappa, ma gi sei mesi fa, e adesso galleggia in una specie di melmina rosa che fa tanto Stuart Gordon…quindi sei in buona compagnia. Ah, hai poi visto l’ ultimo Von Trier? Secondo me potrebbe piacerti, se passi sopra ad alcuni dialoghi da mal di pancia. E comunque, perch chiudere i battenti. Scrivi quando ti va, se ti va, perch ti va e perch s. E se non ti viene un cazzo, noi si aspetta comunque fiduciosi.

          2. Eh, non ancora, sai che attendo il bluray… ho grandi speranze, e poi Von Trier non mi ha mai deluso. Ma a te, in sostanza, è piaciuto? Ho letto che “hai sofferto” ma questo potrebbe significare molte cose…

            Intanto sto scrivendo di LSD, dai che magari ce la faccio.

          3. A me non dispiaciuto. Diciamo cos. Per non voglio dirti niente, se ancora non l’ hai visto. Continuo a pensare che Von Trier abbia dato il meglio in The Kingdom, ma che Melancholia sia il suo film pi riuscito da allora. Il che non significa che lo ritenga il capolavoro di cui si vocifera da pi parti. Ma per me Lars un capolavoro non lo ha mai girato e resta un malvagio che mi prende per il culo.

          4. scusassero….Ehm,direi che Le Onde del Destino,Dogville,Idioti,L’elemento
            del crimine,Europa europa,Kingdom ha persino diretto un porno Costance ed essendo un sostenitore del genere:grande lars!

            Poi è vero:è un grande farabutto,ma a me piace così!^_^

          5. LOL, considera che The Kingdom è l’unica cosa che proprio non sopporto… e che tutto il resto per me è un capolavoro (dogville no, non capolavoro, però esperimento interessante sì).
            Temo per questo Melancholia, a questo punto! ☺☺

          6. Tutti e due. Non odiatemi. Continuate a volermi un po’ di bene. Per fortuna nessuno ha ancora nominato Antichrist tra i suoi film preferiti del bulletto danese…(sospiro)

          7. ehm, solo perché non ho citato nessun titolo, se la memoria non mi inganna! ☺☺

  10. Oh,ma sapevi nulla del film Il Giorno degli Zombi 2?L’hai visto?Ti ho traumatizzata con sta notizia?

    1. Ma quale? Quello del 2005 (non l’ho visto, non lo vedrò, è un film che per me non esiste) o lo pseudo remake (mi pare) del 2008 con?
      No, perché tra tutti e due…

      1. Oh,madonna…No,direi quello del 2005.Perchè c’è pure un remake del 2008?
        Non lo sapevo.

          1. diretto da Steve Miner?Mah! Era meglio se continuava la saga di lake
            Placed.

          2. Che io a Miner voglio anche bene. Quando sono triste rivedo Lake Placid. Ma ‘sta roba da rogo immediato

          3. il mio dirty pleasure sono questi film con animali di tutte le specie
            e latitudini che cominciano ad ammazzare e divorare le
            persone
            Coccodrilli,orche,squali,topi giganti e vermi come nel
            bellissimo i Carnivori venuti dalla Savana diJ.lieberman
            del 1976,anno della mia nascita!^_^

          4. Pure io col bestiario ci vado a nozze! Infatti voglio comprarmi il dvd originale di Wild Beast che è un filmone coi controcazzi.

          5. il film di Franco Prosperi?L’ho visto tanto tempo fa,era
            davvero notevole!

          6. Sì, lui! Tutto girato con animali e bestiacce vere. Da ammirare

  11. Ammetto la vergognosa ignoranza nel non avere MAI visto il Labirinto del Fauno e prometto di fare ammenda prima o poi.
    Bella top 5, approvo in pieno l’inseguimento di Leatherface e quello del mannaro, anche se Prom Night mi ha talmente ammorbata che la scena che citi l’ho completamente rimossa!

  12. LordDunsany · · Rispondi

    Bellissima l’idea, amo le classifiche! 😀 Però, perdonami, la scena del Labirinto del fauno mi fece sorridere quando la vidi al cinema.. (io fui molto deluso da questo film). Avrei messo una scena argentiana nella mia Top 5 😀

    1. Perché tu sei un cattivone senza cuore 😀
      E di Argento ne parlo più in basso in altri commenti. Non è proprio tra i miei numi tutelari. Suspiria a parte, ovviamente 😉

      1. LordDunsany · · Rispondi

        Ma no, c’ho il cuore di panna! 😀 Si, si ho letto sotto, ma io infatti intendevo nella mia eventuale Top 5 😛 Come probabilmente ci sarebbe stato “Alta tensione” 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: