Mientras Duermes

Oggi si va avanti a segnalazioni perchè non ho la forza nè la voglia di scrivere qualcosa di lungo e impegnativo. Ieri sera ho suonato e, dopo un concerto, sono sempre un po’ rincretinita e con la forza di volontà di un bradipo.

Ah, ho già detto che mi rode tanto tanto, vero?

Comunque, mentre Paco Plaza ce le sfracella con seguiti su seguiti di Rec (io capisco che ti riesce una cosa bene e sei contento, ma andare avanti a oltranza mi pare eccessivo), per fortuna il suo compagnuccio Balaguerò propone un nuovo film. Il trailer ha un aspetto bello inquietante. Vatti a fidare del tuo portiere…

14 commenti

  1. oh dae-soo · · Rispondi

    Ma Luis Tosar è il Malamadre del fantastico Cella 211!

    Comunque i prossimi due Rec (!) saranno diretti uno da Plaza e uno da Balaguero, quindi pari e patta. Hai visto Leguizamo-Battisti? Non dirmi che non gli somiglia moltissimo che mi arrabbio…

  2. In effetti una certa somiglianza c’è, è un Battisti con la faccia un po’ più cattiva, però!
    QUindi ci sarà anche Rec 4?

  3. Ultimamente Balaguerò non dorme neanche la notte… gira, produce o scrive un film ogni 3 mesi 😉
    Speriamo che la quantità non infici la qualità…

    1. Maledetti registi iperattivi.
      Rec 4 è preoccupante. Il secondo mi aveva già fatto abbastanza pena.

      1. In effeti il primo è carino forte, mentre il secondo cade nella banalità e nel già visto. Comunque rimane che il Balla è un regista con le balle 😉

  4. Certo il film della serie “para no dormir” di Balaguerò è una merdata di proporzioni bibliche…

    1. Ciao cutter, ma sai che la serie di 6 film “para no dormir” me la devo ancora vedere? Sai per caso se ci sono sub o dove la potrei recuperare? GRAZIE.

  5. Dunque, a me pensa che Para Entrar a Vivir è la cosa che più è piaciuta di Balaguerò! 😀 Il ragazzo sta un po’ in fissa con i condomini, ma come mai non hai gradito, cutter?
    Si trovano tutti e sei gli episodi coi subbi belli pronti in italiano. Fai un saltino su ItalianShare e li trovi tutti quanti lì, Eddy 😉

  6. I love you… grazie!

    1. ti ha risposto in un lampo lucia (per i subbi).
      per quanto riguarda la mia nausea rispetto para entrar a vivir, è presto detto:
      anzitutto, avevo visto la pellicola di De La Iglesia il giorno prima, anch’essa un horror condominiale, dopplegangeriano e sulla scia di The Tenant. nonostante il palpabile carisma televisivo, si è rivelato un film discreto. la sera dopo metto su Balaguerò e siamo di nuovo in un fottuto condominio: ok mi dico, in fondo le mura domestiche sono il suo elemento. poi dalle prime inquadrature iniziano a saltare fuori quei trucchetti tanto in voga negli anni 80, disgusto e repulsione evocati da vermetti, insetti e piatti sporchi, e li inizio un po a storcere il naso, ma è solo un’impressione in fondo..
      la storia tuttavia non decolla e la sceneggiatura non è mai credibile (per me eh): questa vecchietta che abbatte un omaccione nerboruto e la sua consorte a colpi di mestolo, li costringe alla cattività nonostante la sua gracile costituzione, è uno scherzo malriuscito degli sceneggiatori.. lo spettatore non pensa:”fuggi da quell’orrendo mostro che ti vuole squartare”, bensì “ma perchè non dai quattro calci in culo a quella megera disarmata e te ne esci tranquillo dal portone?”. di li in poi l’horrore ti possiede, e si moltiplicano gli sforzi per non spegnere vlc..
      glisso sul finale, in fin dei conti la parte migliore;
      attori idem, nella media per questo genere di produzioni.

      certo la regia è ottima, ineccepibile: peccato sia stata impiegata per raccontare un simile concentrato di banalità e paradigmi da horror d’altri tempi.

      sempre imho eh (per usare gli acronimi ggiovanili) 😀

      1. E ccccihai ragggione pure te: la sospensione dell’ incredulità diventa piuttosto complicata e tutti i difetti che hai evidenziato ci sono e sono indifendibili. Però io l’ho amato anche per questo, per il suo procedere senza paura oltre il senso del ridicolo e farti credere a forza che una signora gracile tenga in scacco due giovincelli nel pieno delle loro forze.
        Una volta che ti sei autoimposto di dare retta all’ assunto di Balaguerò ti godi semplicemente il film e ti diverti anche! E’ vero che il finale è la parte migliore e la regia è sempre di gran classe, com’è vero che La Habitacion del nino è superiore. Ma lì parliamo di De la Iglesia, mica di uno qualunque.

  7. Si, il tuo punto di vista è decisamente condivisibile. Poi ognuno ha la sua sensibilità, e quello che magari a me colpisce brutalmente a te fa un baffo (vedi the human centipede).

    mi incazzo solo quando mi toccano mulholland drive..

    1. Lì siamo in due. Se non ti piace quel film sei una brutta persona.

  8. si, e sembra banale dirlo: però è davvero così :p

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: