Chromeskull

Lo slasher moderno

Forse qualcuno di voi ricorderà la piccola discussione sorta un paio di mesi  fa a proposito della recensione di Hatchet II. Uno stimato commentatore (nonché titolare di un blog) mi ha posto la seguente domanda: “Però c’è qualche altro horror cazzone contemporaneo “del livello” – qualunque sia – di Hatchet?” . Sulle prime, ho risposto Feast, ma Feast è del 2005, preistoria, ormai. Ho anche parlato, di sfuggita di Laid To Rest, più recente e più attinente al genere a cui appartiene anche Hatchet, lo slasher.  Ad agosto, tuttavia, ancora non era uscito il secondo capitolo della mini saga dedicata al killer dal teschio cromato e ho preferito sospendere il giudizio. Non appena ho potuto mettere le mani su ChromeSkull – Laid To Rest 2, ho allestito nella mia umile dimora una visione consecutiva dei due film che, sparati uno dietro l’ altro, fanno la loro porca figura. E ho trovato lo slasher contemporaneo del mio cuore. No, la presenza della mia Danielle non c’entra niente, anche perché la sua è una partecipazione straordinaria in un piccolissimo ruolo, e anche piuttosto desueto rispetto a quelli in cui siamo abituati a vederla. Insomma, se proprio voglio soddisfare il mio feticismo nei confronti della Harris, a questo punto, tanto vale che mi veda Hatchet II ancora una volta. Continua a leggere