Top Five di Halloween: I Bus


Sì, lo so, il fatto che oggi sia Halloween ci rimbalza a tutti quanti. Ma ho un improvviso desiderio di cazzeggiare a più non posso,  la depressione profonda mi colse alla sprovvista e non c’è niente di meglio che rifugiarsi nei territori rassicuranti del cinema dell’ orrore.

Inoltre, la classifica di Alessandro mi ha dato l’ ispirazione. E’ stato difficile compilare questa top 5. In realtà, ci sono tanti film che mi hanno spaventato, e grazie al cielo, altrimenti non starei qui a scrivere di filmacci per il mio e (spero) vostro sollazzo. Eppure, cercare di selezionare cinque singole scene, estrapolandole dal film, si è rivelata un’ impresa non da poco, soprattutto dovendo scegliere quale tipo di spavento prediligere. Alla fine ho optato per il classico “Bus”, il salto sulla sedia, cosa che generalmente apprezzo molto poco, ma che, se ci si deve riferire a una scena in particolare, mi è sembrato il criterio migliore di scelta. Non sono mai stata brava a stilare classifiche di questo tipo, ne esco col cuore spezzato per chi è rimasto fuori e con mille dubbi su chi invece ho deciso di inserire. Coi Bus mi viene più naturale. La qualità del film, nella sua interezza, ha poco a che vedere con il momento di spavento improvviso.

Saranno comunque Bus abbastanza particolari, non veicolati dallo sbalzo di volume che ti spara nelle orecchie sette milioni di decibel causando il riflesso pavloviano. Ho cercato di selezionare cosine un minimo più elaborate.

Vediamole! Continua a leggere