Due parole su Hunger Games – La ragazza di fuoco

the_hunger_games__catching_fire__katniss_by_stalkerae-d5v01ta

Io non so cosa mi trattenga, a volte, dal chiudere baracca e burattini e ritirarmi al mare, per occuparmi d’altro. Fotografia subacquea. forse. Un passatempo più nobile rispetto all’assistere impotente a scempi di tal fatta, incensati in lungo e in largo, senza apparente motivo. O forse ce n’è uno: la qualità è così livellata verso il basso che persino un prodotto poco meno che mediocre come Hunger Games – La ragazza di fuoco, sembra essere salutato come un grande film di intrattenimento “intelligente” e “profondo”.
E uno dovrebbe iniziare a preoccuparsi se un sito autorevole come Bloody – Disgusting definisce il film di Francis Lawrence: “this generation’s Empire Strikes Back (and it certainly has a lot more to say)”. 
Lawrence (con lo stesso cognome della protagonista Jennifer), diciamolo subito, così si capisce con chi abbiamo a che fare, viene dal mondo dei videoclip (Britney Spears, Jennifer Lopez) e in carriera, da un punto di vista cinematografico, ha roba piuttosto imbarazzate. La sua opera migliore è I am Legend, quello con Will Smith.  Continua a leggere

Hunger Games

Ve l’avevo promesso (minacciato forse è meglio) un po’ di tempo fa. Solo che buttare giù questo post non è stato semplice, perché non sapevo da dove cominciare per descrivere sconforto, senso di sciagura e desiderio di nuclearizzare ogni copia esistente dello scempio immondo oggetto dell’articolo. Limitarmi a una sequenza di insulti infinita non sarebbe stato giusto. Questa roba, il suo successo, gli incassi stratosferici e gli stuoli di fan adoranti necessitano spiegazioni più approfondite. E lo ripeto, non è facile. Forse è la distanza generazionale che ormai comincia a farsi sentire. Forse la colpa è tutta mia, che non riesco più a comprendere cinema e letteratura young adult e ho una concezione troppo vecchia dell’intrattenimento per ragazzi. Però, ecco, quando penso che io da bambina guardavo L’implacabile, mi sembra di scorgere un vizio di forma, un qualcosa che si è definitivamente inceppato nella macchina cinema. E non perché i film degli anni ’80 fossero meglio a prescindere. Si giravano tante cose brutte anche allora. Pessime, a volte. Ed è anche vero che io ero in grado di bermi qualsiasi filmaccio avesse come protagonista Arnold o Sly. Sarei persino in grado di spiegarvi per filo e per segno i motivi per cui Rocky IV è una figata. E, oggettivamente, Rocky IV è tutto tranne che un buon film. Continua a leggere