Articoli Recenti

Speciale Filmacci: Steve Miner

 

3002335535_1_13_yyqw2aNCNon so voi, ma io, quando sento la definizione “onesto mestierante”, metto mano al set di atomiche portatili che tengo in borsetta. Non perché non mi piaccia le definizione in sé, anzi. Trovo molto bello saper fare il proprio mestiere in maniera onesta e possibilmente farlo bene. Ciò che non sopporto è il sussiego con cui viene pronunciato il termine “mestierante”, che pare quasi un insulto, come se essere niente di più che un onesto mestierante fosse cosa di cui vergognarsi. E poi, sì, di solito viene aggiunto quel “niente più di”, con annessa alzata di spalle e sorrisetto accondiscendente. Da sberla immediata, dritta sulla faccia, di diritto e di rovescio.

È fatto assodato, oltre che verità inconfutabile, che la cosiddetta età dell’oro del cinema horror, ovvero quel periodo che va dalla fine degli anni ’70 ai primissimi anni ’90 era letteralmente impestata da onesti mestieranti. Sì, certo, i grossi nomi, quelli che potrebbero anche essere definiti autori, la facevano da padrone. Ma non di solo Carpenter vive l’uomo. E per ogni Raimi che inventava roba pazzesca con la sua macchina da presa, c’erano venti Lewis Teague, Tom Holland e, per l’appunto, il nostro eroe del giorno, Steve Miner.  Continua a leggere

  1. Filmacci: Dovevi Essere Morta 30 Risposte
  2. TOHorror Film Fest 3 Risposte
  3. Filmacci: Body Bags 13 Risposte
  4. Mad Doctor a volontà 11 Risposte
  5. 1930: The Bat Whispers 16 Risposte
  6. Filmacci: The Horror Show & Shocker 17 Risposte
  7. Wither 7 Risposte