I Gremlins

gremlins

Regia – Joe Dante (1984)

Natale. Ormai mancano cinque giorni. Il che significa che tra poco saremo tutti sopravvissuti al periodo peggiore dell’anno. Ma se nel mio cuore di pietra, arido come un paesaggio lunare e abitato da ragni velenosi, è rimasto un briciolo di tenerezza, lo devo al fatto che ogni volta che le strade cominciano ad addobbarsi con luminarie di pessimo gusto, io rivedo questo film e torno in pace col mondo intero.

I Gremlins è il film di Natale per antonomasia. Non ce n’è per nessuno. Disintegra qualsiasi concorrenza e si attesta a simbolo di un’intera infanzia. Che ci volete fare, sono cresciuta così, coi mostriciattoli. 
Produce Spielberg, e si vede. Papà Steven era un estimatore de L’Ululato di Joe Dante e, dopo aver letto il copione di Columbus, e aver apportato una serie di modifiche essenziali allo script, sceglie di affidare proprio a Dante la regia del film. Non era la prima volta che i due lavoravano insieme. C’era stato il film di Ai Confini della Realtà, l’anno prima, di cui Spielberg aveva anche diretto un segmento. Ma con I Gremlins, la collaborazione tra i due raggiunge un livello di completa sinergia creativa. E I Gremlins è un film di Joe Dante, tanto quanto lo è di Spielberg, che ha sempre portato un forte contributo artistico, anche nel ruolo di produttore. Sua l’idea di fare di Gizmo il vero eroe del film, Gizmo che, nel copione originale, doveva trasformarsi e diventare il leader dei mostri cattivi. E invece Spilby convince Dante e Columbus che il tenerissimo mogwai doveva restare tale fino alla fine.

Il primo premontato de I Gremlins durava due ore e quaranta minuti. Spielberg apportò tutta una serie di tagli e fece rigirare alcune scene, tra cui quella della morte del professore di scienze. Tra le altre cose, modificò in moviola il finale del film, scegliendo che fosse solo Gizmo ad alzare le tapparelle e a far entrare la luce del giorno che uccide Ciuffo Bianco, ed eliminando del tutto la presenza di un’altra finestra, aperta da Billy.

tumblr_mfb6dvGk3x1s11wajo1_500

Insieme a Indiana Jones e il Tempio Maledetto, I Gremlins è il film responsabile di aver spinto la MPAA a creare la categoria di PG13. Non è quindi un prodotto per bambini, ma è il capostipite di un altro tipo di pellicole, che da quel momento in poi avrebbero fatto la fortuna di Hollywood, ma che all’epoca era piuttosto rischioso realizzare, soprattutto considerando gli effetti speciali all’avanguardia e l’ingente sforzo produttivo necessari a portare sullo schermo una sceneggiatura come quella de I Gremlins. Era cinema commerciale, nato per incassare. E questo è un fattore che va sempre tenuto presente quando si affrontano produzioni di questo tipo. Ma è proprio non dimenticando mai la sua anima da blockbuster che è possibile apprezzare il lavoro enorme (e l’enorme intelligenza) che si cela dietro alla storia del tenerissimo Gizmo e della sua irriverente e perfida progenie. Un sistema di equilibri delicatissimi, piccoli accorgimenti tecnici e creativi, in un territorio che si situa ai confini tra industria, artigianato di lusso e, perché no, arte vera e propria.

Così come era stato concepito alle origini, I Gremlins doveva essere molto più violento e spietato. Più orientato verso l’horror. Ma Spielberg, e qui, perdonatemi,  si vede il genio, fiuta la possibilità di invadere il mondo con una commedia fantasy scatenata, in grado di muoversi su più registri e in più direzioni. Guardando, oggi, I Gremlins, non c’è nessun rimpianto per come il film avrebbe potuto essere e non è stato. Perché ciò che abbiamo di fronte agli occhi è, semplicemente, perfetto. Il film non è invecchiato, non è datato, è ancora fresco come se fosse stato girato ieri. E surclassa senza nemmeno sforzarsi troppo centinaia di prodotti “per ragazzi” molto più recenti.
Perché? Non è un discorso di nostalgia. I Gremlins potrebbe uscire al cinema nel natale 2022 e incassare lo stesso fantastiliardi in ogni parte del globo. La risposta sta nel fatto che Dante, Spielberg e Columbus trattano il pubblico di adolescenti a cui si rivolge il loro film con il rispetto e la considerazione che si riserva a un pubblico di adulti.

tumblr_mfa9b01h8F1s0fxroo1_500

Ci sono dolcezza, innocenza e magia. Il mogwai Gizmo è in grado di far sciogliere in un tripudio di tenerezza chiunque, quando esce per la prima volta dalla scatola e sorride a Billy. C’è un abbozzo di love story adolescenziale sì, ma plausibile e realistica. La scena in cui Billy invita a uscire Kate dopo averla accompagnata a casa è un piccolo saggio sulla nascita di un sentimento puro, priva di forzature, girata apposta perché lo spettatore ci creda e voglia bene a entrambi i ragazzi, così impacciati, così vivi e veri. Dettagli, appunto: la neve sui capelli di Billy, l’espressione prima imbronciata e poi sorridente di Kate, lei che è bellissima anche ingolfata in un cappotto ultracoprente e col cappello di lana in testa.
Ci sono elementi di disagio e frustrazione nella vita quotidiana della piccola città: gente che non sa come sfamare i figli, lo stesso Billy che lavora per mantenere la sua famiglia, Dick Miller in depressione alcolica.
C’è il ritratto di una famiglia atipica e un po’squinternata, non perfetta, ma estremamente unita, legata comunque da un affetto profondo e sincero. Basta vedere il rapporto tra la madre e il padre di Billy, anche quello tratteggiato a colpi di minuscoli dettagli, magari invisibili (chi si ricorda la macchina per fare la cioccolata, che ovviamente non funziona? E lei che ce la mette tutta per fare in modo che lui non si senta un fallito?) e sullo sfondo, ma che contribuiscono a creare un contesto plausibile e quotidiano, che crei coinvolgimento emotivo.

Ed è in questo contesto che irrompe il lato dark e oscuro de I Gremlins. Che sono cattivissimi, sono assassini, sono volgari, ubriaconi e casinisti. Ma che, per la miseria, sono simpatici. Sono dei bambini pestiferi, privi di qualsiasi freno inibitorio. Sono quello che ogni ragazzino sulla faccia della terra, almeno una volta nella vita, è stato o avrebbe  voluto essere.

tumblr_mesmuuqNYG1rixrjxo1_500

E quindi siamo noi Billy, siamo noi Gizmo, ma siamo anche Ciuffo Bianco e il suo branco di delinquenti. E per qualche minuto, prima di rientrare nei ranghi e tornare a sottostare agli obblighi che l’educazione ci impone, possiamo permetterci di sfasciare tutto e riderci sopra. E possiamo farlo durante la notte di Natale, guardando Biancaneve con un paio di orecchie di Topolino in testa.
Joe Dante il bambino cattivo che collabora con Spielberg il bambino buono. E insieme se ne escono con una perla del cinema, non degli anni ’80, ma del cinema in generale. Un film che diverte perché ci si è divertiti a realizzarlo. Ma immaginate che cosa deve essere stato quel set, con centinaia di pupazzi da animare, che quando dovevano essere utilizzati tutti insieme, davano tanti di quei problemi da rendere le pause tra un ciak e l’altro infinite. E se si girava di notte, il cast si addormentava per ore, prima di sentire la fatidica parola “azione”.
Avanguardia, in un certo senso. Innovazione. E quando c’è innovazione, Spielberg fa sempre capolino dietro l’angolo. Perché lui non si limita a sognare, lui i sogni li realizza, li rende reali e concreti.
E Dante, un regista che, come dicono i cvitici di un cevto livello, ha due palle così, mette in scena il tutto con l’ironia scanzonata, la leggerezza e la capacità di far sembrare tutto facile che lo contraddistingue. E si permette di improvvisare di sana pianta una scena inesistente in sceneggiatura, quella in cui Ciuffo Bianco minaccia Billy con una motosega. Sì, per omaggiare Non Aprite quella Porta.

Vi lascio col tema composto da Jerry Goldmisth. Noi ci sentiamo domani. E parleremo ancora di Spielberg. Pregasi detrattori di astenersi dal rompere le palle. Grazie.

33 pensieri su “I Gremlins

  1. Post impeccabile, come al solito. E film perfidamente delizioso. Visto da ragazzina, ne ho un ricordo fantastico, direi che è venuto il momento di recuperarlo.Vado, come capita spesso quando vengo qui un pò fuori tema. Il progetto The Underwater Realm (il cui titolo ho probabilmente sbagliato a scrivere) verrà lanciato su Youtube il 25, ma resterà in rete per un periodo limitato??Mi hai incuriosita come capita spesso, e vorrei riuscire a darci una occhiatina con la dovuta calma, passato tutto il turbillon delle feste….

    • Questa è una bella domanda. Anche perché io non potrò vederlo il 25 e quindi dovrò recuperarlo dopo. Ora vado sul sito ufficiale e spulcio ben bene il sistema distributivo che hanno scelto.
      So che avrà anche una distribuzione limitata nelle sale ma, ovviamente, non qui da noi :(

  2. Che filmone! Dovrebbero passarlo al cinema di questi tempi.
    Da bambino attendevo sempre la microonde e frullatore.
    Sono un ibrido, detrattore-sostenitore di Spielberg.
    Quindi battuta idiota: Spielby che accorcia un film? Incredibile.
    Gizmo che rimane buono vero colpaccio. Apporta molti sottotesti.

    Con cosa torna Spielberg? Io per sto natale penso di rivedermi ancora Jurassic Park.

    • Credo che scriverò una tenerosissima top 5 sui film più belli del mio padre putativo. Spilby, appunto.
      Il migliore, in assoluto. :D
      O forse il più grande amore cinematografico di tutta la mia vita.

  3. Sono completamente d’accordo. Ci sono cresciuto con questo film (e adoro pure il sequel seppure più folle ma meno coerente …). Sei riuscita ad esprimere alla perfezione le impressioni che questo film mi ha sempre lasciato. E nemmeno sapevo quanto fosse stata enorme l’influenza di Spielberg sul film (ma quanto ha dato quest’uomo al cinema ?) ! :-)

  4. oh signuir….Ok,siamo a natale dobbiamo..Ti lovvo tanto,tantissimo..Vabbè,sai già dove andrò a parare,quindi evito di sprecare inchiostro e altro,quel nome ci divide profondamente,quindi…(ai confini della realtà,bello con un solo episodio insostenibile per via del suo falso,ipocrita stuporismo)…
    PARLIAMO DEI GREMLINS!

    Davvero una piacevolissima storia e un film godibilissimo,immortale.Certo io preferisco assolutamente l’arrivo dei cattivi e mi sarebbe piaciuta la versione horror e cattiva, ( ma sai non sono un cuore di pietra ..^_^),però questa tra le produzioni di illo è davvero ottima.Perchè?Per Joe Dante.
    Che non si lascia schiacciare del tutto,e che impone anche il suo modo di fare cinema di genere,dove è comunque un maestro.Un genio,lasciatemelo dire,che alla zuccherosa presenza di Gizmo,che comunque ci piace, e dell’atmosfera natalizia con la grande forza anarchica e sottilmente perfida in modo sarcastico tipico segno del regista di capalavori come Piranha,L’ululato.
    Tanto che Dante dirigerà uno tra i migliori sequel mai visti sullo schermo con il folle,delirante,Gremlins 2.

    Io non sono per nulla nostalgico ,anzi la detesto questa moda dei vecchi-giovani della mia generazione,però se c’è un film che mi colpisce sempre profondamente,che mi entusiasmo in modo totale è Gremlins,il dittico a essere sinceri e poi l’altro film è La Storia Infinita,(davvero bellissimo). Gizmo è il cucciolo che tutti vorremmo vedere, i Gremlins i vendicatori che ci ammazzano vecchie rompicoglioni,la scena migliore e danno libero sfogo al nostro piacere di distruggere la città.Capolavoro davvero,merito di Joe che ha tenuto a freno le spielbergate .Si son ben omologati diciamo.

    E a te auguro una bellissima immersione,e tanto divertimento.Stammi bene,ciao! ^_^

    • Vedi, l’odio ti azzera il senso critico.
      Dante non ha messo fine a niente. Altro che spielbergate. Hanno semplicemente collaborato insieme.
      Non è che se qualcosa in cui c’entra Spielberg ti piace è perché qualcun altro lo ha messo a tacere.
      Si tratta solo di collaborazione e di tirare fuori il meglio da entrambi.
      Poi chissà perché Spielberg di qua, Spielberg di là, ma tutta una generazione di registi hollywoodiani e non ci ha lavorato insieme e ha tirato fuori le sue cose migliori proprio collaborando con lui.
      I misteri…
      So che questa cosa ci divide e va bene, ti lovvo lo stesso, ma almeno un briciolo, dico un briciolo di oggettività andrebbe mantenuta.

      • dai facciamo così,io troppo odio tu troppo amore e siamo pari ^_^
        Il briciolo di oggettività c’è,riconosco che abbia fatto un capolavoro e delle buone prove commerciali,ma che come produttore e uomo di propaganda di un certo tipo di immaginario sia assolutamente criticabile.
        In ogni caso buon week-end

  5. La recensione me la leggo con calma, ma il film è una di quelle fiabe (costruite splendidamente da un Dante divino) che rimarrano per sempre nell’immaginario collettivo. E io voglio un gremlins. Si, quelli cattivi, non quelli puffosi ihih.
    E il seguito è ancora meglio!

    • Ha 60 anni suonati. Non ha più bisogno di dimostrare nulla a nessuno e continua a proporre il suo cinema classico e a divertirsi.
      Praticamente la Hollywood contemporanea l’ha inventata lui.
      Ora fa ciò che gli pare.

  6. Saranno più di venti anni che non rivedo ‘sto film…
    E del padronissimo Spielberg ho un’opinione assai divergente dalla tua, pur apprezzando molte cose che ha fatto. Ma il post me lo leggero lo stesso ;)

    • E natale è l’occasione giusta per rivederlo ;)
      ma sai, il cinema di Spielberg può non piacere. Io non pretendo che tutti lo amino come lo amo io.
      Ma quello che non bisogna mettere in discussione è la sua identità di uomo di cinema globale, a tutto campo.
      Poi ognuno ha le sue idiosincrasie, i suoi gusti, fa le sue scelte e ama ciò che preferisce.

  7. Bel commento!! :D Io non li ho amati moltissimo, i mostri mi piacciono spaventosi, non coccolosi!! :)
    Lucia, va bene che siamo a Natale e tutti sono più buoni, ma i tuoi ultimi 3-4 post sono tutti a base di zucchero filato e quello di domani su Spielberg credo pure, quando arriva una fantastica “lammmmerda” ? :D

  8. Perchè, ci sono dei detrattori di Spielberg in circolazione? :D (che, per la cronaca, ha sempre mantenuto una professionalità molto elevata anche nei titoli che mi hanno convinto di meno, tipo La Guerra dei Mondi) Comunque, tornando a Gremlins, Steven e Joe hanno dimostrato senza mezzi termini quanto fosse possibile -allora più che adesso- realizzare un film natalizio “adulto” per ragazzi intelligenti, che nei confronti del natale riesce a essere classico e iconoclasta contemporaneamente, capace tra l’altro di parlare di sentimenti reali distanti eoni luce dai buoni sentimenti al caramello che impesta(va)no quasi invariabilmente pellicole analoghe…certo, ci sono i “mostri”, ma questi simpaticoni dalla mano pesante si adattano perfettamente al realistico -di tanto in tanto ci vuole- contesto festoso senza una sbavatura che sia una, e poi vogliamo mettere la struggente dolcezza che sgorga dal canto del piccolo Gizmo (saremo anche trucidi ma da qualche parte un cuore ce l’abbiamo pure noi)? ;)

  9. mamma mia! che pezzo che hai scritto! ormai tuo fedele ed appassionato lettore, sono rimasto affascinato in particolare da questa tua recensione! che ricordi! che sentimenti! che natale! meravigliosi!
    Auguri,
    Francesco
    (ah! condivido su feiz, non ne posso fare a meno!)

  10. Guarda, è un film che amo alla follia, l’ho rivisto ieri dopo anni e volevo scriverci qualcosa, ma dopo aver letto il tuo post direi che basta semplicemente citarti: hai detto tutto, ma proprio tutto, su di un piccolo gioiello della storia del cinema, il parto fantastico di alcune menti geniali (l’irriverente regia di Dante che compensa il buonismo sognante di Spielberg, oltre all’ottima sceneggiatura di COlumbus, che pare fosse molto più horror inizialmente).

    • Grazie :D
      si tratta davvero di un gioiellino insuperato. Una di quelle alchimie tra menti molto diverse che, per qualche strano caso, invece di creare un guazzabuglio, funziona benissimo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...