V/H/S

o-VHS-POSTER-facebook

Regia – David Bruckner, Ti West, Glenn McQuaid, Joe Swanberg, Radio Silence, Adam Wingard (2012)

Un film prodotto da Bloody-Disgusting che dopo le ottime prove come distributore, fa il grande salto, assolda un pugno di registi di sicuro talento, e si lancia sul terreno accidentato del mockumentary, con la pretesa, neanche troppo velata, di dire la parola definitiva su questo sottogenere, stabilendone stile e linguaggio una volta per tutte, portando all’esasperazione tutti i pregi e i difetti del tipico found footage, sfruttandone ogni possibile meccanismo narrativo ed estetico e conferendo all’operazione anche una patina autoriale e indipendente, dati i nomi coinvolti nella faccenda. Di Ti West abbiamo parlato su questo blog fino alla nausea. David Bruckner ha diretto quell’opera molto interessante, anche se non del tutto riuscita, di The Signal. Glenn McQuaid, oltre a far parte della Factory di Fessenden, è il regista di un vero e proprio gioiellino chiamato I Sell the Dead. Adam Wingard è una bellissima promessa per il futuro del genere. Aspetto con ansia di poter mettere le mani sul suo You’re Next. Joe Swamberg è più noto per la sua carriera di attore, anche se dietro la macchina da presa, è già responsabile di una quindicina tra lungo e cortometraggi. Per quanto riguarda Radio Silence, dietro questo nome si nasconde un collettivo di quattro filmmakers attivi da anni nel circuito indipendente. Insomma, quelli di BD non hanno chiamato il primo Adam Green che passava da quelle parti. Hanno selezionato con attenzione i personaggi a cui far dirigere quello che suona più come un esperimento autocelebrativo che come un film vero e proprio, a partire dal richiamo nostalgico del titolo. Continua a leggere